Facebook Pixel
Sabato 24 Luglio 2021, ore 16.37
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

USA, deludono i +266 mila occupati di aprile. Tasso disoccupazione al 6,1%

Economia, Macroeconomia ·
(Teleborsa) - Peggiore delle aspettative il dato sul mercato del lavoro in USA ad aprile. Secondo i dati forniti dal Bureau of Labour Statistics, il tasso di disoccupazione sale al 6,1% contro il 6% del mese precedente e contro un aumento al 5,8% del consensus.

Sono stati creati 266 mila posti di lavoro nei settori non agricoli (non-farm payrolls), dopo che a marzo erano state create 770 mila buste paga (dato rivisto da 916 mila). Il dato sugli occupati, più osservato del tasso di disoccupazione, è peggiore del consensus che indicava un aumento di almeno 978 mila di posti di lavoro.

Il dato è peggiore delle attese anche nel settore privato: sono stati guadagnati 218 mila posti di lavoro (era previsto un aumento di 893 mila), dopo la crescita di 708 mila registrata a marzo (dato rivisto da 780 mila). Gli occupati del settore manifatturiero sono scesi di 18 mila unità, facendo peggio del consensus che indicava un aumento di 55 mila, e si confrontano con i 54 mila del mese precedente (dato rivisto da 53 mila).

Si sono registrati notevole guadagni di posti di lavoro nei settori del tempo libero e dell'ospitalità, altri servizi e istruzione, che sono stati però parzialmente compensati dal calo dell'occupazione nei servizi di aiuto temporaneo e nei corrieri e spedizioni.

Le retribuzioni medie orarie salgono a 35 dollari dai 34,9 dollari del mese scorso e attesi. Le retribuzioni medie orarie sono monitorate con attenzione dalla Federal Reserve in quanto buon indicatore sia dello stato di salute del mercato del lavoro che delle pressioni inflazionistiche.






Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.