Lunedì 14 Giugno 2021, ore 05.49
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Marriott, primo trimestre chiuso in perdita. Cina vicina a livelli pre-pandemia

Finanza ·
(Teleborsa) - Marriott International, società con in portafoglio oltre 7.500 proprietà in 30 marchi alberghieri, ha chiuso il primo trimestre 2021 con una perdita netta attribuibile agli azionisti di 11 milioni di dollari, o 3 centesimi di dollaro per azione, rispetto a un utile di 31 milioni di dollari, o 9 centesimi per azione, dell'anno precedente. Il fatturato totale è sceso a 2,32 miliardi di dollari dai 4,68 miliardi di dollari dello stesso periodo 2020.

"Siamo stati lieti di vedere la domanda migliorare in modo significativo durante il primo trimestre - ha commentato il CEO Tony Capuano - Accogliamo sempre più ospiti nei nostri hotel poiché i consumatori viaggiano di nuovo una volta che sentono che è sicuro. Mentre le traiettorie di ripresa variano da regione a regione, la resilienza della domanda è stata dimostrata in modo più acuto nella Cina continentale, dove l'occupazione è vicina al livello pre-pandemico (66% a marzo)". "Nella nostra regione più grande, Stati Uniti e Canada, la domanda è aumentata rapidamente con l'accelerazione del lancio dei vaccini - ha aggiunto - L'occupazione ha iniziato l'anno al 33% e ha raggiunto il 49% a marzo".

Alla fine del trimestre, l'indebitamento netto di Marriott era di 9,6 miliardi di dollari, pari a un debito totale di 10,2 miliardi di dollari meno liquidità per 0,6 miliardi di dollari. A fine 2020, il debito netto della società era di 9,5 miliardi di dollari, con un debito totale di 10,4 miliardi meno liquidità e mezzi equivalenti per 0,9 miliardi.







Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.