Facebook Pixel
Venerdì 24 Settembre 2021, ore 08.59
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Whirlpool, il 14 luglio nuovo tavolo al Mise

L'azienda ha chiesto un'altra settimana per decidere se utilizzare o no le 13 settimane di cassa integrazione. Nessuna decisione fino al prossimo incontro.

Economia ·
(Teleborsa) - La viceministra dello Sviluppo economico, Alessandra Todde, ha riconvocato il tavolo sulla vertenza Whirlpool per la mattina del 14 luglio. L'azienda ha chiesto un'altra settimana di tempo per decidere se utilizzare o meno 13 settimane di cassa integrazione, ma si è impegnata a non prendere iniziative unilaterali fino al 14. "Abbiamo ritenuto opportuno svolgere questo incontro, nonostante avessimo ricevuto dall'azienda la richiesta di posticipare il tavolo, perché è intenzione di tutte le parti coinvolte di avere un confronto il più possibile costruttivo", ha dichiarato Todde.



"Abbiamo ricevuto dall'azienda l'impegno a non prendere posizioni unilaterali prima del prossimo tavolo che convocheremo il 14 luglio. L'azienda ha chiesto più tempo per elaborare la richiesta del Governo di accedere alla proroga della cassa integrazione per ulteriori 13 settimane. Nel frattempo, stiamo continuando a lavorare senza sosta per trovare una soluzione concreta alla vertenza di Napoli", ha aggiunto Todde. Alla riunione che si è svolta al Mise hanno partecipato rappresentanti del ministero del Lavoro, delle regioni Campania, Marche, Lombardia e Toscana, Invitalia e le organizzazioni sindacali. L'azienda invece non ha partecipato di comune accordo con il Governo.

"Apprendiamo con favore il fatto che Whirlpool stia valutando di accogliere la nostra richiesta di utilizzare la cassa integrazione per 13 settimane alternativa ai licenziamenti, pur prendendosi un'ulteriore settimana di tempo per decidere. In questo periodo di tempo Whirlpool si è comunque impegnata a non prendere nessuna iniziativa unilaterale – ha commentato dichiara Barbara Tibaldi, segretario nazionale della Fiom-Cgil – Ci aspettiamo che prosegua in questi giorni l'interlocuzione del ministero dello Sviluppo economico con la multinazionale e che ci sia una risposta positiva da parte di Whirlpool al prossimo tavolo già convocato per il 14 luglio, rispettando così l'avviso comune siglato da Cgil, Cisl e Uil".

"Ci aspettiamo che Whirlpool segua le raccomandazioni del Governo e delle parti sociali ad utilizzare le 13 settimane aggiuntive di cassa integrazione covid e a non aprire la procedura di licenziamento per i lavoratori di Napoli", ha dichiarato Gianluca Ficco, segretario nazionale della Uilm, al temine dell'incontro al ministero dello Sviluppo economico. "Sinceramente non capiremmo una eventuale decisione di Whirlpool di non avvalersi di uno strumento gratuito quali sono le 13 settimane di cassa a sua disposizione, contravvenendo a raccomandazioni unanimi. Si tratterebbe di un'odiosa forzatura".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.