Facebook Pixel
Sabato 16 Ottobre 2021, ore 11.40
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scambi al ribasso per l'azionario europeo, inclusa Piazza Affari

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee. Continuano a pesare le preoccupazioni per la ripresa economica dopo la serie di dati cinesi negativi di ieri, per le ripercussioni del diffondersi della variante Delta e per l'evoluzione geopolitica dopo l'improvvisa caduta del governo afghano.

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,04%. Seduta in lieve rialzo per l'oro, che avanza a 1.793 dollari l'oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,51%.



Invariato lo spread, che si posiziona a +103 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,53%.

Tra i mercati del Vecchio Continente piccola perdita per Francoforte, che scambia con un -0,21%, Londra è stabile, riportando un moderato +0,11%, e tentenna Parigi, che cede lo 0,36%.

Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,60%; sulla stessa linea, depressa il FTSE Italia All-Share, che scambia sotto i livelli della vigilia a 28.836 punti.

Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (-0,19%); con analoga direzione, consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,12%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo DiaSorin (+0,89%), Interpump (+0,79%), Banca Generali (+0,71%) e Inwit (+0,63%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Leonardo, che ottiene -1,94%.

Preda dei venditori Pirelli, con un decremento dell'1,81%.

Si concentrano le vendite su Stellantis, che soffre un calo dell'1,69%.

Vendite su Unicredit, che registra un ribasso dell'1,43%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, GVS (+1,99%), Carel Industries (+1,62%), De' Longhi (+1,03%) e UnipolSai (+0,98%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Webuild, che prosegue le contrattazioni a -2,67%.

Affonda Banca Popolare di Sondrio, con un ribasso del 2,21%.

Seduta negativa per ENAV, che mostra una perdita del 2,00%.

Sotto pressione Italmobiliare, che accusa un calo dell'1,42%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.