Facebook Pixel
Mercoledì 20 Ottobre 2021, ore 21.41
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

UK, da agosto 12 fornitori di energia falliti per prezzi fuori controllo

Economia, Energia ·
(Teleborsa) - Da agosto sono dodici le società energetiche del Regno Unito che sono uscite dal mercato a causa dei prezzi alle stelle del gas naturale, portando a oltre 2 milioni il numero di clienti che hanno perso il loro fornitore (e per i quali è dovuto intervenire il regolatore energetico Ofgem assegnando un nuovo operatore). Il prezzo del gas è più che quadruplicato da inizio anno, con circa il 50% del rialzo concentrato negli ultimi tre mesi.

Le ultime due società, che hanno dichiarato il fallimento in data odierna, sono Pure Planet (che tra i suoi azionisti ha anche il colosso energetico BP) e Colorado Energy. Trovare un nuovo fornitore di energia per i loro clienti sarà complicato, poiché la maggior parte dei fornitori più grandi ha già accolto clienti in più dai precedenti fallimenti. Nel Regno Unito, quando un fornitore esce dal mercato l'Ofgem trasferisce automaticamente un cliente a un nuovo fornitore in modo che non ci siano interruzioni alla fornitura di energia.



Questi fallimenti stanno causando effetti negativi a catena anche su altre società. CNG Group, società partecipata da Glencore che vende gas all'ingrosso alle utility, ha dichiarato che non è più in grado di continuare le forniture. L'amministratore delegato Paul Stanley ha detto che "la società è stata costretta in una posizione impossibile" dopo che molti dei suoi clienti hanno cessato di operare durante la crisi energetica. CNG ha ancora circa 18 utility come clienti, che ora dovranno cercare fonti alternative di gas, ha aggiunto.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.