Facebook Pixel
Domenica 22 Maggio 2022, ore 05.49
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Siria, Aeroporti di Roma accoglie il piccolo Mustafà

Il bambino di cinque anni e suo padre sono i protagonisti dello scatto "Hardship of Life", simbolo del dramma siriano

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Sono atterrati all'aeroporto Leonardo da Vinci di Roma con un volo di linea da Istanbul intorno alle 17 e sono adesso attesi a Siena dove potranno iniziare la loro nuova vita in un alloggio messo a disposizione dalla Caritas e dall'Arcidiocesi. Mustafà al-Nazzal, il bambino di cinque anni nato senza arti per colpa di un bombardamento aereo con armi chimiche in Siria, e suo padre Munzir, cui è stata amputata la gamba destra, protagonisti dello scatto "Hardship of Life" che ha fatto il giro del mondo diventando immagine simbolo del dramma siriano, sono da questa sera in Italia. Con loro anche la mamma del piccolo, Zeynep, e le due sorelline.


Ad attenderli, scortati dalla Polizia fin dal momento dello sbarco ed accolti con il benvenuto di Aeroporti di Roma (ADR), delegati del Sipa insieme con molte troupe televisive. Mustafà è arrivato in braccio al suo papà, seduto su una sedia a rotelle spinta da un addetto di Adr Assistance. Il piccolo e la sua famiglia hanno poi raggiunto l'uscita del Terminal 3 dell'aeroporto.

Durante il breve transito, Mustafà ha continuato a salutare, sorridere e a mandare baci.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.