Facebook Pixel
Lunedì 3 Ottobre 2022, ore 09.29
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Gruppo FS porta a Innotrans il bus a idrogeno di Qbuzz

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - FS Italiane porta i bus alimentati ad idrogeno a zero emissioni a Innotrans, la fiera del trasporto ferroviario in corso a Berlino. Presenti l'Ad del Gruppo FS Luigi Ferraris e la Presidente Nicoletta Giadrossi, che hanno incontrato l’AD di Busitalia Stefano Bonora ed il Ceo di Qbuzz Gerrit Spijksma.



La flotta, che rappresenta una best practice europea del Gruppo FS guidato da Luigi Ferraris - si legge su FS News, il portale informativo del Gruppo FS Italiane - conta complessivamente 32 esemplari, uno dei quali è stato esposto in fiera. I bus sono impiegati quotidianamente nelle province di Groningen e Drenthe dall’azienda olandese Qbuzz, acquisita da Busitalia (Gruppo FS) nel 2017.

I bus a idrogeno hanno prestazioni ad alta efficienza e bassissimo impatto ambientale: percorrono ogni anno circa 2 milioni di km, facendo risparmiare 1.760 tonnellate di anidride carbonica rispetto all’utilizzo di veicoli diesel Euro6.


"Avere una società come Qbuzz, leader in Olanda, nel Polo Passeggeri del Gruppo FS ci consentirà di esportare tutte le competenze necessarie per implementare l’utilizzo dell’idrogeno anche in Italia", ha affermato l’Amministratore Delegato del Gruppo FS, Luigi Ferraris, aggiungendo "ricordiamoci che l'idrogeno proviene dalle energie rinovabili e quindi è molto importare crescwre nello sviluppo delle energie pulite".

La Presidente del Gruppo, Nicoletta Giadrossi, ha sottolineato "sono fiera di quello che stanno facendo Qbuzz ed altre nostre c onsociate all'estero, che ci ostrano qualcosa che non abbiamo ancora cpompletamente sviluppato ed integrato. E' importante che queste società condividano le loro esperienze con il resto dle Gruppo per alimentare sinergie".

Un bus a idrogeno è totalmente "green", poiché l'idrogeno verde è un sottoprodotto (di scarto) del processo di produzione del cloro, ed ha un funzionamento piuttosto semplice: immagazzina l’elettricità prodotta dall'idrogeno in una cella a combustibile, che serve per azionare il motore elettrico, e recupera energia anche durante la frenata. Gli autobus a idrogeno devono rifornirsi in una stazione di servizio "speciale" e Qbuzz al momento ne utilizza tre: quella di Delfzijl, quella di Groningen e da quest'anno quella di Emmen.

Gli autobus a idrogeno di Qbuzz rientrano appieno nella strategia di Busitalia e del Gruppo FS di muoversi verso una mobilità sostenibile. La società del trasporto passeggeri su gomma di FS, grazie a Qbuzz, ha acquisito un know how consolidato nella implementazione e gestione delle flotte di autobus elettriche e ad idrogeno e, in Italia, sta programmando investimenti consistenti in autobus ibridi, elettrici e ad idrogeno. Inoltre, il Gruppo FS sta approfondendo l’applicazione dell’idrogeno anche al settore ferroviario e dal 2018 ha sviluppato con RFI un primo progetto di fattibilità tecnico-economica per l’applicazione alla linea Terni-L’Aquila-Sulmona.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.