Facebook Pixel
Martedì 5 Marzo 2024, ore 04.58
Azioni Milano
09 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Enel sigla intesa con no-profit Fratello Sole contro povertà energetica

Energia, Finanza ·
(Teleborsa) - Enel ha siglato un protocollo d'intesa con la società consortile no-profit Fratello Sole, impegnata sulla sostenibilità, con l'obiettivo di contrastare la povertà energetica e supportare enti religiosi ed organizzazioni senza scopo di lucro che quotidianamente sostengono le famiglie in difficoltà.

"Con questo accordo vogliamo contribuire a contrastare la povertà energetica nel nostro Paese, insieme a chi giorno per giorno è a fianco dei più deboli", commenta Nicola Lanzetta, Direttore di Enel Italia, aggiungendo "l'adozione di modelli di generazione distribuita ed efficienza energetica più virtuosi e sostenibili consente di ottenere sia benefici economici sia vantaggi ambientali ed è al centro del nuovo paradigma di sviluppo e consumo che vogliamo diffondere con questo accordo".

"Il Protocollo d’intesa firmato oggi nasce da un percorso comune avviato nell’ambito dell’Alleanza contro la povertà energetica, un tema che rappresenta da tempo una delle grandi sfide a livello nazionale ed europeo, e che l’attuale fase storica ha, se possibile, reso ancora più drammatica", sottolinea Fabio Gerosa, Presidente di Fratello Sole.

Il Protocollo prevede una serie di iniziative congiunte per incentivare l’adozione del modello della sostenibilità, ad esempio azioni per promuovere la nascita di comunità energetiche che riuniscano organizzazioni del Terzo settore, come parrocchie, associazioni religiose e cooperative sociali, e permettano loro di mettere in condivisione l’energia prodotta da fonti rinnovabili. Previsti anche una mappatura della povertà energetica finalizzata ad individuare possibili interventi a sostegno dei vulnerabili e poveri energetici, azioni di formazione per sensibilizzare gli stakeholder sui benefici economici e sociali delle comunità energetiche, attuazione di progetti specifici nel Sud Italia, dove più alto è il numero di famiglie in difficoltà, e lo sviluppo della mobilità elettrica e sharing mobility.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.