Facebook Pixel
Milano 17:35
33.724,82 -0,58%
Nasdaq 20:49
17.257,6 +1,29%
Dow Jones 20:49
38.367,23 +1,00%
Londra 17:35
8.023,87 +1,62%
Francoforte 17:35
17.860,8 +0,70%

Borse europee sui livelli della vigilia

Focus sui verbali Fed e BCE

Commento, Finanza, Spread
Borse europee sui livelli della vigilia
(Teleborsa) - Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente. La cautela ha regnato anche sulla piazza di Milano che si ferma sulla linea di parità. Nel frattempo sui mercati USA si muove in territorio negativo l'S&P-500, che registra una flessione dello 0,67%.

Intanto, la banca centrale cinese ha tagliato il tasso di riferimento per i mutui, il Loan Prime Rate (LPR) a 5 anni, da 4,20% a 3,95%; ha lasciato invece invariato l'LPR a 1 anno a 3,45%. Sullo sfondo, resta grande l'attesa per la pubblicazione dei verbali delle ultime riunioni di Fed e BCE, rispettivamente mercoledì e giovedì.

L'Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,34%. Lieve aumento per l'oro, che mostra un rialzo dello 0,51%. Prevalgono le vendite sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), in calo dell'1,63%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +150 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,85%.

Nello scenario borsistico europeo resta vicino alla parità Francoforte (-0,14%), piatta Londra, che tiene la parità, e resistente Parigi, che segna un piccolo aumento dello 0,34%. Piazza Affari archivia la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,08% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, rimane intorno alla linea di parità il FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 33.823 punti.

In Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta del 20/02/2024 è stato pari a 1,84 miliardi di euro, dai 1,9 miliardi della seduta precedente; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,83 miliardi di azioni della seduta precedente a 0,51 miliardi.

Tra i best performers di Milano, in evidenza DiaSorin (+3,38%), Unipol (+2,11%), Recordati (+1,72%) e Hera (+1,70%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Iveco, che ha archiviato la seduta a -3,66%.

Calo deciso per Telecom Italia, che segna un -2,38%.

Sotto pressione BPER, con un forte ribasso del 2,33%.

Soffre STMicroelectronics, che evidenzia una perdita dell'1,89%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Buzzi Unicem (+2,05%), Philogen (+2,04%), SOL (+1,92%) e Salcef Group (+1,31%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su D'Amico, che ha terminato le contrattazioni a -4,03%.

Preda dei venditori Tinexta, con un decremento del 2,97%.

Si concentrano le vendite su OVS, che soffre un calo del 2,45%.
Condividi
```