Facebook Pixel
Milano 17:00
34.712,9 +0,64%
Nasdaq 24-mag
18.808,35 0,00%
Dow Jones 24-mag
39.069,59 0,00%
Londra 24-mag
8.317,59 0,00%
Francoforte 17:00
18.763,09 +0,37%

Sessione debole a New York in attesa dell'inflazione PCE

Commento, Finanza
Sessione debole a New York in attesa dell'inflazione PCE
(Teleborsa) - Seduta debole per Wall Street, con gli investitori che attendono nuovi dati macroeconomici per avere più indicazioni sui tagli dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve. Il momento clou di questa settimana è la pubblicazione - prevista giovedì - del PCE di gennaio, l'indicatore dell'inflazione preferito dalla Banca centrale statunitense.

Intanto, sono diminuiti più delle attese gli ordinativi di beni durevoli americani nel mese di gennaio 2024. Per quanto riguarda il mercato immobiliare, l'indice FHFA per il mese di dicembre ha mostrato un +0,1% su mese e un +6,6% su anno, mentre l'indice S&P Case-Shiller ha segnato un -0,3% su mese e un +6,1% su anno.

Prima dell'apertura del mercato sono arrivate indicazioni importanti dal mercato della grande distribuzione. Lowe's ha registrato vendite comparabili in calo meno delle attese nel quarto trimestre, mentre Macy's ha annunciato un nuovo piano con chiusure per 150 negozi, dopo aver registrato trimestrale in perdita.

Il listino USA scambia con un calo dello 0,44% sul Dow Jones, mentre, al contrario, resta piatto l'S&P-500, con le quotazioni che si posizionano a 5.064 punti. Senza direzione il Nasdaq 100 (-0,02%); sotto la parità l'S&P 100, che mostra un calo dello 0,23%.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones ci sono Walt Disney (+0,78%), Home Depot (+0,67%) e Dow (+0,35%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Amgen, che prosegue le contrattazioni a -2,52%. Calo deciso per Chevron, che segna un -2,01%. Piccola perdita per Honeywell International, che scambia con un -0,97%. Tentenna McDonald's, che cede lo 0,88%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Constellation Energy (+13,00%), Palo Alto Networks (+3,78%), Trade Desk (+3,70%) e DoorDash (+2,93%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Amgen, che ottiene -2,52%. Sotto pressione Workday, con un forte ribasso del 2,44%. Soffre Electronic Arts, che evidenzia una perdita del 2,09%. Preda dei venditori Adobe Systems, con un decremento dell'1,53%.
Condividi
```