Facebook Pixel
Milano 21-mag
0 0,00%
Nasdaq 21-mag
18.713,8 +0,21%
Dow Jones 21-mag
39.872,99 +0,17%
Londra 21-mag
8.416,45 -0,09%
Francoforte 21-mag
18.726,76 -0,22%

Racing Force, utile netto 2023 in calo a 4,8 milioni e ricavi +6,4%

Finanza
Racing Force, utile netto 2023 in calo a 4,8 milioni e ricavi +6,4%
(Teleborsa) - Racing Force ha chiuso l'esercizio 2023 con un Risultato Netto di 4,8 milioni di euro, in calo rispetto ai 7,5 milioni dell'esercizio 2022. I ricavi si sono attestati a 62,7 milioni e risultano in crescita del 6,4% risetto a 2022 (+7% a cambi costanti).

L’incremento ha caratterizzato in particolare le aree geografiche EMEA (+11,2%) ed APAC (+15,0%), mentre le Americhe segnano una flessione (-7,8%), dovuta principalmente ad una fornitura one-off effettuata nel corso dell’esercizio precedente ad un cliente al fuori del motorsport, oltre che all’indebolimento del dollaro nei confronti dell’euro. Al netto di questi effetti, la crescita nelle Americhe è stata del 4,6%.

Il Margine di contribuzione si attesta a 38,7 milioni (61,7% Gross margin) e l'EBITDA a 9,6 milioni (15,4% EBITDA margin) contro gli 11,7 milioni del 2022. La variazione è dovuta principalmente a maggiori costi sostenuti nel corso del 2023 per sostenere la crescita nel Motorsport e, soprattutto, i progetti di investimento e diversificazione attualmente in fase di implementazione.

Posizione Finanziaria netta a 3,2 milioni da 4,4 milioni al 31 dicembre 2022, anche grazie all’aumento di capitale eseguito a gennaio 2023, oltre che alla liquidità generata nel corso del periodo dalla gestione operativa, al netto degli investimenti nel corso dell’esercizio.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di sottoporre all’approvazione dell’Assemblea degli Azionisti la proposta di autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie, in una o più tranches, in misura liberamente determinabile dal Consiglio di Amministrazione medesimo, sino a un numero massimo che non sia superiore al 20% del capitale, ad un corrispettivo né inferiore né superiore di oltre il 15% rispetto al prezzo di riferimento registrato dal titolo nell’ultima seduta di Borsa precedente ogni singola operazione.

Il Consiglio di Amministrazione ha rilevato che l’obiettivo indicato nel Piano di Stock Grant relativo all’incremento minimo di EBITDA adjusted consolidato rispetto all’esercizio precedente non è stato raggiunto e, pertanto, non sono maturati i diritti assegnati ai beneficiari ed ha stabilito il quantitativo dei Diritti da assegnare ai Beneficiari, per la Seconda Tranche, in massimo 223.765 su 1.000.000 di Diritti assegnabili complessivamente in esecuzione del Piano, corrispondenti pertanto a 223.765 azioni.
Condividi
```