Facebook Pixel
Milano 19-apr
33.922,16 +0,12%
Nasdaq 19-apr
17.037,65 -2,05%
Dow Jones 19-apr
37.986,4 +0,56%
Londra 19-apr
7.895,85 +0,24%
Francoforte 19-apr
17.737,36 -0,56%

Pattern, downgrade a Neutral da CFO SIM con taglio target price

Finanza, Consensus
Pattern, downgrade a Neutral da CFO SIM con taglio target price
(Teleborsa) - CFO SIM ha ridotto a 7,00 euro per azione (dai precedenti 7,80 euro) il target price su Pattern, gruppo quotato su Euronext Growth Milan e attivo nella progettazione, ingegneria e produzione di capi sfilata per importanti brand del fashion luxury internazionale, peggiorando anche la raccomandazione a "Neutral" da "Buy" visto il potenziale upside del 10,2%.

Gli analisti hanno scritto che Pattern ha riportato risultati per l'anno fiscale 2023 significativamente migliori delle aspettative, in particolare per quanto riguarda l'EBITDA e la generazione di CF. L'enorme aumento del margine EBITDA è stato trainato principalmente dal segmento della maglieria, che ha registrato una brillante seconda metà dell'anno. Nel 2024 Pattern prevede un primo semestre con performance in linea con l'anno precedente e risultati potenzialmente in crescita nel secondo semestre, con un consolidamento dei margini.

A seguito dei risultati dell'anno fiscale 2023 e delle prospettive qualitative annunciate dal gruppo, il broker ha rivisto il modello tenendo conto di: 1) crescita delle vendite inferiore a quanto precedentemente previsto; 2) redditività ancora a doppia cifra ma inferiore a quella del FY23; 3) investimento di 500 mila euro in una JV con un produttore nazionale di cashmere; 4) ottimizzazione degli investimenti per la nuova sede di Torino. Il risultato combinato è, in media, un taglio di ricavi, EBITDA e Utile Netto del 5,3%, 13,1% e 42,7% nel 2024-25.

"Sulla base delle nuove stime, riteniamo che Pattern abbia attualmente un prezzo ragionevole - si legge nella ricerca - Pertanto, modifichiamo la nostra valutazione in Neutral. La riduzione del PT è in parte dovuta al dividendo straordinario superiore alle attese (0,58 euro per azione, rispetto alla nostra previsione di 0,17 euro per azione).
Condividi
```