Facebook Pixel
Giovedì 5 Agosto 2021, ore 12.02
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Appalti pubblici: Tanti Lotti in gara, Zero Ribassi

Competere sui tempi di realizzazione, senza massacrare le imprese

Guido Salerno Aletta
Guido Salerno Aletta
Editorialista dell'Agenzia Teleborsa
1 2 3 »

Dopo una crisi profonda che ha bloccato un po' tutte le attività, mettere a gara la realizzazione di tante opere pubbliche, aggiudicandone la realizzazione a chi offre il prezzo più basso, significa mettere in piedi un sistema in cui le imprese si sbranano l'una con l'altra. Le grandi, soprattutto, schiacciano le piccole.

Bisogna evitare la giungla dei ribassi che porta a ritardi, fallimenti ed intromissioni malavitose.

La legislazione sugli appalti pubblici è fradicia, perché si fonda su un solo principio: far risparmiare lo Stato nella assegnazione delle commesse, come se la competizione servisse a ridurre i margini di profitto tra i concorrenti. Al contrario, allunga i tempi di realizzazione delle opere e massacra le imprese.



Bisogna distinguere le mega-gare, quelle a cui possono accedere solo le imprese di grandi dimensioni, per la realizzazione di interi tronchi di autostrade o di ferrovie: è un oligopolio inaccessibile alle piccole e medie imprese. E' solo in questi casi che si pratica il sub-appalto: le grandi imprese vincono la gara e poi, non avendo ovviamente i mezzi tecnici ed i dipendenti necessari per realizzare tutta l'opera nei tempi previsti, ricorrono ad altri fornitori.
1 2 3 »
Altri Editoriali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.