Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Venerdì 24 Novembre 2017, ore 06.53
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Eurolandia in calo, con Piazza Affari fanalino di coda

Soffrono particolarmente i bancari

Finanza, Commento ·
(Teleborsa) - Finale in forte calo per le principali borse europee, con gli investitori sempre più preoccupati per la crisi catalana, mentre il governo spagnolo si prepara a commissariare la regione.

L'Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,32%. Lieve aumento dell'oro, che sale a 1.287,8 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) archivia la giornata con guadagno frazionale dello 0,31%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 163 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,02%.

Nello scenario borsistico europeo giornata fiacca per Francoforte, che archivia la seduta con un calo dello 0,41%. Piccola perdita per Londra, che chiude con un -0,26%. Bilancio positivo per Parigi, che vanta un progresso dello 0,42%. Segno meno in chiusura per il listino milanese, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il FTSE MIB che accusa una discesa dello 0,99%.

Alla chiusura di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,66 miliardi di euro, con un incremento del 29,10%, rispetto ai precedenti 2,06 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,48 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,62 miliardi, mentre i contratti si sono attestati a 284.542, rispetto ai precedenti 225.942.

Su 223 titoli trattati in Borsa di Milano, 181 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 35. Invariate le rimanenti 7 azioni.

A Piazza Affari non si salva alcun comparto. Nel listino, i settori Chimico (-5,18%), Automotive (-3,76%) e Immobiliare (-2,45%) sono stati tra i più venduti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Unipol (+1,89%), UnipolSai (+1,39%) grazie a un giudizio positivo di JP Morgan.

Bene anche le utilities come Snam (+0,81%) e Italgas (+0,63%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Fiat Chrysler, che ha archiviato la seduta a -5,98% vittima di un profit taking aggressivo.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.