Facebook Pixel
Milano 16:26
34.813,9 -1,65%
Nasdaq 16:26
18.661,85 +0,62%
Dow Jones 16:26
40.031,67 +0,07%
Londra 16:26
8.430,86 +0,13%
Francoforte 16:26
18.763,72 +0,32%

Vendite diffuse in Borsa. Piazza Affari in calo

I dati sull'occupazione confermano la forza dell'economia americana e riducono le probabilità di un taglio dei tassi a breve da parte della Fed

Commento, Finanza, Spread
Vendite diffuse in Borsa. Piazza Affari in calo
(Teleborsa) - Giornata negativa per Piazza Affari, che chiude le contrattazioni in ribasso, assieme agli altri Eurolistini. Sul mercato USA, si registrano scambi al rialzo per l'S&P-500, dopo i dati sull'occupazione pubblicati in giornata che confermano la forza dell'economia americana e riducono le probabilità di un taglio dei tassi a breve da parte della Fed. Sullo sfondo continuano a pesare l'aumento delle tensioni in Medio Oriente.

Sul mercato valutario, poco mosso l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,084. Giornata di forti guadagni per l'oro, che segna un rialzo dell'1,56%. Lieve aumento per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,44%.

Lo Spread peggiora, toccando i +140 punti base, con un aumento di 4 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 3,78%.

Tra gli indici di Eurolandia sotto pressione Francoforte, che accusa un calo dell'1,24%, scivola Londra, con un netto svantaggio dello 0,81%, e in rosso Parigi, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,11%. Scambi in ribasso per la Borsa di Milano, che accusa una flessione dell'1,29% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share ha perso l'1,24%, terminando la seduta a 36.214 punti.

Alla chiusura di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta del 5/04/2024 è stato pari a 3,13 miliardi di euro, con un incremento del 35,86%, rispetto ai precedenti 2,31 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,65 miliardi di azioni della seduta precedente a 0,66 miliardi.

Tra i best performers di Milano, in evidenza ENI (+1,04%) e Leonardo (+0,82%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Snam, che ha archiviato la seduta a -3,95%.

Spicca la prestazione negativa di Italgas, che scende del 3,66%.

Banca MPS scende del 3,13%.

Calo deciso per Terna, che segna un -2,62%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, GVS (+2,33%), Brembo (+1,68%), SAES Getters (+1,12%) e Ariston Holding (+1,06%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Alerion Clean Power, che ha terminato le contrattazioni a -7,37%.

Vendite a piene mani su OVS, che soffre un decremento del 4,31%.

Sotto pressione El.En, con un forte ribasso del 3,27%.

Soffre LU-VE Group, che evidenzia una perdita del 3,18%.
Condividi
```