Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 21 Ottobre 2018, ore 15.14
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Facebook, nello scandalo Cambridge Analytica coinvolti 87 milioni di utenti

Finanza ·
(Teleborsa) - Si allarga a macchia d'olio lo scandalo datagate che ha investito Facebook. Mentre Mark Zuckerberg si prepara a dare spiegazioni al Congresso USA l'11 aprile prossimo, Cambridge Analytica rimane nell'occhio del ciclone. La web agency londinese del miliardario Robert Mercer ha lavorato per la campagna elettorale di Donald Trump.

Facebook ritiene che la società usata dal presidente USA per la sua campagna elettorale, possa aver avuto accesso ai dati di 87 milioni di utenti della propria piattaforma, mentre finora ne aveva stimati 50 milioni. L'annuncio arriva da Mike Schroepfer, Chief Technology Officer del colosso dei social network. "In totale, crediamo che le informazioni di Facebook di 87 milioni di persone, prevalentemente negli States, possano essere state impropriamente condivise con Cambridge Analytica", scrive Schroepfer.

Oltre 70 milioni di utenti (81,6%) sono americani. A seguire i filippini (1,4%), gli indonesiani (1,3%), i britannici (1,2%), i messicani (0,9%), i canadesi (0,7%), gli indiani (0,6%), i brasiliani (0,5%), i vietnamiti (0,5%) e gli australiani (0,4%).

Tra i profili italiani ci sarebbero oltre 200mila utenti italiani potenzialmente coinvolti nella vicenda Facebook-Cambridge Analytica.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.