Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Lunedì 21 Maggio 2018, ore 07.21
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Campari, cresce l'utile nei primi tre mesi del 2018

Mix delle vendite molto favorevole trainato da Aperol, Campari, Grand Marnier e Wild Turkey nei principali mercati sviluppati

Finanza ·
(Teleborsa) - Campari ha registrato una crescita organica positiva delle vendite nel 1° trimestre, nonostante la debolezza in alcuni mercati emergenti e lo slittamento degli ordini. Le vendite del Gruppo attivo nel settore beverage sono pari a 366,0 milioni di euro, in diminuzione del -8,2% a livello totale. La crescita organica positiva delle vendite, pari a +2,2% è stata più che compensata dall'effetto negativo dei cambi del -7,5%, pari a (27,6) milioni e dall'effetto negativo del perimetro del -2,9%, pari a (10,7) milioni.

L'Utile del Gruppo prima delle imposte rettificato è stato pari a 54,9 milioni (+1,0%). L’utile del Gruppo prima delle imposte è stato di 76,5 milioni, in aumento del +42,7%.

Al 31 marzo 2018 l'indebitamento finanziario netto è pari a 938,7, in diminuzione rispetto al 31 dicembre 2017 (981,5 milioni), dopo i proventi dalla cessione del business Lemonsoda, al netto dell’acquisizione di Bisquit e dell’acquisto di azioni proprie.

Invariate le previsioni per il 2018.

"Nel primo trimestre 2018 abbiamo registrato una crescita organica positiva delle vendite, nonostante la debolezza dei mercati emergenti e lo slittamento degli ordini, i cui effetti risultano amplificati in un trimestre di bassa stagionalità - ha commentato Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer - . Grazie all'evoluzione molto positiva del mix delle vendite, trainata dalla sovra performance delle principali combinazioni a elevata marginalità di prodotto e mercato, in particolare Aperol, Campari, Grand Marnier e Wild Turkey nei principali mercati sviluppati, gli indicatori di profittabilità hanno mostrato una crescita organica sostenuta e superiore allo sviluppo organico delle vendite. Contestualmente, a livello totale, i tassi di crescita sono stati influenzati dall'effetto dei cambi e dalla cessione di business non strategici. Guardando al 2018, le nostre prospettive rimangono sostanzialmente invariate e bilanciate, in un contesto macroeconomico incerto per quanto riguarda talune economie emergenti. Rimaniamo fiduciosi sul conseguimento di una performance organica positiva per i principali indicatori di performance, trainata dalla continua sovra performance delle marche a priorità globale e regionale a elevata marginalità nei principali mercati sviluppati".

Frazionalmente negativo il titolo a Piazza Affari: -0,64%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.