Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 20 Ottobre 2018, ore 10.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee alla deriva dopo crollo Wall Street

A scatenare l'ondata di vendite sui mercati è stata la dura critica del presidente americano Donald Trump nei confronti della Federal Reserve

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Si preannuncia una giornata davvero pesante per le borse europee, sulla scia della debacle di Wall Street che ha affossato anche tutte le borse asiatiche. A scatenare l'ondata di vendite sui mercati è stata la dura critica del presidente americano Donald Trump nei confronti della Federal Reserve. Il tycoon newyorkese ha definito la Fed "fuori di senno" per voler alzare nuovamente i tassi. La notizia ha fatto schizzare in alto i rendimenti dei Treasury americani, facendo colare a picco Wall Street.

In sottofondo restano le persistenti tensioni commerciali fra USA e Cina, che secondo il Fondo Monetario potrebbero minare la crescita.

L'Euro / Dollaro USA scambia a 1,154. Nessuna variazione significativa per l'oro, che a 1.194,4 dollari l'oncia. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che viaggia a 72,32 dollari per barile, con un calo dell'1,16%.

Lo Spread peggiora, toccando i 301 punti base, con un aumento di 8 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 3,53%.

Nello scenario borsistico europeo seduta negativa per Francoforte, che mostra una perdita dell'1,17%, sotto pressione Londra, che accusa un calo dell'1,46%, affonda Parigi, con un ribasso dell'1,52%.

Scambi in rosso per la Borsa di Milano, che accusa una flessione dell'1,49% sul FTSE MIB.

Scivolano sul listino milanese tutti i settori. Le peggiori performance sono quelle dei settori automotive (-4,24%), costruzioni (-2,50%) e beni per la casa (-2,44%).

A Piazza Affari tutte le Blue Chip mostrano una performance negativa, con Ferrari che risulta essere la peggiore -5,60%.

Crolla Moncler, con una flessione del 5,07%.

Vendite a piene mani su Saipem, che soffre un decremento del 3,50%.

Pessima performance per Fiat Chrysler, che registra un ribasso del 3,24%.

Profondo rosso per tutti i titoli del FTSE MidCap. I più forti ribassi si verificano su Brunello Cucinelli -3,97%.

Sessione nera per Banca Ifis, che lascia sul tappeto una perdita del 3,72%.

In caduta libera Biesse, che affonda del 3,48%.

Pesante Banca MPS, che segna una discesa di ben -3,19 punti percentuali.






Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.