Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 17 Novembre 2018, ore 05.43
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari in rally dopo l'OK alla Manovra

FTSE MIB in pole con un rialzo dell'1%. le altre borse europee risalgono da minimi dopo delusione ZEW

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Piazza Affari guida ancora i rialzo fra le borse europee, che si sono riprese dai minimi della mattinata, nonostante la doccia fredda arrivata dall'indice ZEW piuttosto deludente.

La Borsa di Milano invece continua ad avvantaggiarsi del via libera alla Manovra, un fattore di per sé positivo, dato che si temevano "ritardi". Ma il mercato sta passando in rassegna tutte le possibili implicazioni delle misure contenute nel prospetti di bilancio.

C'è attesa ahnche per le trimestrali USA, in particolari quelle delle grandi banche d'affari, come Goldman Sachs e Morgan Stanley.

L'Euro / Dollaro USA è ingessato, con una variazione pari a -0,01%. Migliora lo spread, scendendo a 296 punti base, con un calo di 9 punti base rispetto al valore precedente, ed un rendimento del BTP decennale al 3,46%.

Tra gli indici di Eurolandia bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,55%, ferma Londra, che segna un quasi nulla di fatto, ben impostata Parigi, che registra un +0,42%. Piazza Affari svetta nel panorama europeo, con il FTSE MIB che avanza a 19.488 punti (+1,04%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori automotive (+3,39%), utility (+3,12%) e viaggi e intrattenimento (+2,56%). Il settore materie prime, con il suo -1,16%, si attesta come peggiore del mercato.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Ferragamo (+5,45%), dopo alcune indicazioni positive degli analisti sulla trimestrale.

bene anche Ferrari (+4,20%), Enel (+3,37%) e Fiat Chrysler (+3,31%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su BPER, che prosegue le contrattazioni a -1,42%, in un contesto banche un po' incertto, in vista delle possibili ripercussioni negative di alcune misure contenute in manovra. Vendite anche su Banco BPM, che registra un ribasso dell'1,33%.

Seduta negativa per Tenaris, che mostra una perdita dell'1,17%.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.