Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 25 Giugno 2019, ore 07.53
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee sulla parità. In rosso Milano

Il PIL della Germania è sceso ai minimi da 5 anni. Diktat BCE su NPL manda in tilt le banche italiane

Finanza ·
(Teleborsa) - Seduta negativa per il listino milanese, che risente della frenata dei titoli bancari, dopo che la BCE ha imposto a tutte le banche, di svalutare integralmente, in maniera graduale, lo stock di crediti deteriorati (NPL).

Fino a poco fa positivi, si indeboliscono anche gli altri mercati del Vecchio Continente, penalizzati dal PIL della Germania sceso ai minimi da 5 anni. Intanto si alimenta il nervosismo tra gli investitori per l'attesa (stasera) del voto del Parlamento inglese sulla Brexit. La Camera dei comuni dovrà esprimersi se approvare o respingere l’accordo negoziato dal premier inglese Theresa May sull'uscita della Gran Bretagna dall'Ue.

Lieve calo dell'Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,143. Nessuna variazione significativa per l'oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.291,5 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento (+1,23%), raggiunge 51,13 dollari per barile.

Piccolo passo verso l'alto dello spread, che raggiunge quota +270 punti base, mostrando un aumento di 5 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,85%.

Tra i listini europei Francoforte lima lo 0,09%. Resta vicino alla parità Londra (+0,02%). Piatta Parigi. Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,53%.

Buona la performance a Milano dei comparti tecnologia (+2,05%), viaggi e intrattenimento (+1,49%) e automotive (+1,36%). Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti bancario (-2,85%), assicurativo (-0,81%) e immobiliare (-0,65%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Juventus (+4,17%), CNH Industrial (+2,10%), Ferrari (+1,95%) e STMicroelectronics (+1,85%). Le peggiori performance, invece, si registrano su UBI Banca, che ottiene -7,49%. In caduta libera Banco BPM, che affonda del 7,48%. Pesante BPER, che segna una discesa di ben -6,33 punti percentuali. Seduta drammatica per Unipol, che crolla del 3,64%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Reply (+4,79%), De' Longhi (+1,59%), Mediaset (+1,59%) e Cerved Group (+1,53%). Giù Banca MPS, che prosegue le contrattazioni a -6,91%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.