Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Venerdì 22 Marzo 2019, ore 03.14
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Brillante Piazza Affari

Le principali borse europee chiudono la settimana in positivo, Wall Street continua la seduta vicino alla parità

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Si conclude in territorio positivo l'ultimo giorno della settima sia a Piazza Affari sia nelle principali Borse europee. A trainare in alto i listini del Vecchio Continente, l'approvazione da parte della Camera dei comuni inglese della mozione per la richiesta di uno slittamento della Brexit e i venti ottimistici che vedono ancora realizzabile un accordo tra Cina e Usa sul discorso dei dazi commerciali.

A Wall Street, si muove vicino alla parità l'S&P-500.

Sessione debole per l'Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,27%. L'Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,46%. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,34%.

Invariato lo spread, che si posiziona a +241 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,50%.

Tra i mercati del Vecchio Continente ben comprata Francoforte, che segna un forte rialzo dello 0,85%, sostanzialmente tonico Londra, che registra una plusvalenza dello 0,60%, e Parigi avanza dell'1,04%.

Giornata di guadagni per la Borsa di Milano, con il FTSE MIB, che mostra una plusvalenza dello 0,80%, proseguendo la serie di tre rialzi consecutivi, iniziata mercoledì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 23.085 punti. Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (-0,08%); in denaro il FTSE Italia Star (+0,71%).

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 3,81 miliardi di euro, con un incremento di ben 1.407,1 milioni di euro, pari al 58,51%, rispetto ai precedenti 2,4 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,82 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,32 miliardi.

Su 221 titoli scambiati sulla borsa di Milano, 100 azioni hanno chiuso in territorio negativo, mentre 110 azioni hanno portato a casa un rialzo. Invariate le altre 11 azioni del listino milanese.

In luce sul listino milanese i comparti viaggi e intrattenimento (+5,40%), tecnologia (+4,26%) e assicurativo (+1,91%). Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti vendite al dettaglio (-0,53%), materie prime (-0,48%) e beni per la casa (-0,46%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza STMicroelectronics (+4,65%), Recordati (+3,12%), Brembo (+3,10%) e Unipol (+2,64%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Banco BPM, che ha terminato le contrattazioni a -1,85%.

Sotto pressione Saipem, che accusa un calo dell'1,67%. Pensosa BPER, con un calo frazionale dello 0,61%.

Tentenna Banca Generali, con un modesto ribasso dello 0,54%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Autogrill (+8,40%), Mutuionline (+5,76%), Aeroporto di Bologna (+3,37%) e Aquafil (+3,19%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Brunello Cucinelli, che ha terminato le contrattazioni a -10,38%.

Pesante Piovan, che segna una discesa di ben -5,66 punti percentuali.

Seduta drammatica per De' Longhi, che crolla del 3,10%.

Sensibili perdite per FILA, in calo del 2,84%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.