Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 23 Aprile 2019, ore 16.16
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee in lieve calo. Unicredit sotto i riflettori

Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,29%

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei, dopo il deludente dato sugli ordini all'industria in Germania, scivolato sui minimi degli ultimi due anni.

Nessuna variazione significativa per l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,123. Poco mosso l'oro, che quota 1.290,9 dollari l'oncia. Lieve calo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 62,17 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a +254 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,54%.

Tra gli indici di Eurolandia piatta Francoforte, che tiene la parità, contrazione moderata per Londra, che soffre un calo dello 0,67%, e sottotono Parigi che mostra una limatura dello 0,36%.

Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,29%; sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 23.763 punti. Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (+0,03%); guadagni frazionali per il FTSE Italia Star (+0,32%).

In luce sul listino milanese il comparto servizi finanziari, con un +0,43% sul precedente. Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti materie prime (-1,26%), costruzioni (-1,16%) e petrolio (-1,01%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ben comprata Juventus, che segna un forte rialzo dell'1,85%.

Banca Generali avanza dell'1,21%.

Piccolo passo in avanti per Azimut, che mostra un progresso dello 0,92%.

Composta Ferragamo, che cresce di un modesto +0,72%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Buzzi Unicem, che prosegue le contrattazioni a -1,54%.

Scivola Saipem, con un netto svantaggio dell'1,50%.

In rosso Tenaris, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,30%.

Spicca la prestazione negativa di A2A, che scende dell'1,28%.

Sotto i riflettori Unicredit -1,15%, su un possibile interesse per Commerzbank.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Gima TT (+4,60%), Datalogic (+3,71%), Mondadori (+3,07%) e Falck Renewables (+3,03%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Carel Industries, che ottiene -1,50%.

Brembo scende dell'1,44%.

Calo deciso per Biesse, che segna un -1,2%.

Sotto pressione ERG, con un forte ribasso dell'1,02%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.