Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 22 Luglio 2019, ore 22.52
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee in frazionale rialzo

Piazza Affari continua la seduta con un guadagno sul FTSE MIB dello 0,45%

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Migliora l'andamento dei mercati finanziari del Vecchio Continente, partiti un po' in sordina. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia dopo le rassicurazioni di Tria sull'economia italiana. Gli investitori, inoltre, guardano con ottimismo alle trattative commerciali tra USA e Cina.

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia a 1,131. Lieve calo dell'oro, che scende a 1.286,9 dollari l'oncia. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 63,31 dollari per barile, in calo dello 0,91%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +248 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,53%.

Tra le principali Borse europee resistente Francoforte, che segna un piccolo aumento dello 0,25%, resta vicino alla parità Londra (+0,12%), e Parigi avanza dello 0,23%.

Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,45%, proseguendo la serie di tre rialzi consecutivi, iniziata giovedì scorso; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 24.018 punti. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,5%), come il FTSE Italia Star (0,5%).

Buona la performance a Milano dei comparti bancario (+1,83%) dopo i conti di JP Morgan migliori delle attese diffusi venerdì scorso. In evidenza anche il settore chimico (+1,27%) e servizi finanziari (+0,86%). Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti petrolio (-0,81%) e tecnologia (-0,45%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza BPER (+3,00%), Fineco (+2,76%), Banco BPM (+2,24%) e Unicredit (+2,19%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su ENI, che prosegue le contrattazioni a -1,15%.

Spicca la prestazione negativa di Pirelli, che scende dell'1,09%.

Tentenna Saipem, che cede lo 0,64%.

Sostanzialmente debole STMicroelectronics, che registra una flessione dello 0,56%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Banca MPS (+3,06%), Aquafil (+2,49%), Brembo (+2,40%) e Datalogic (+2,35%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su IREN, che ottiene -1,90%.

Inwit scende dell'1,38%.

Calo deciso per Brunello Cucinelli, che segna un -1%.

Si muove sotto la parità Mutuionline, evidenziando un decremento dello 0,55%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.