Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 27 Maggio 2019, ore 08.06
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Salvini: "Sforare il 3% non solo si può, ma si deve"

Spread in rialzo dopo le dichiarazioni del vice premier, Di Maio: "Irresponsabile parlare di sforamento"

Economia ·
(Teleborsa) - "Sforare il vincolo Ue Deficit/Pil del 3%? Non si può, ma si deve". Matteo Salvini torna a ribadire per due volte nell'arco della giornata (dell'inaugurazione della sede veronese di Cdp e in serata a Porta a Porta) la sua posizione sullo sforamento del vincolo europeo 3%.

"Il 26 si vota per l'Europa. È fondamentale che gli italiani ci diano una mano a cambiare questa Europa mettendo al centro i diritti e il lavoro. Se servirà infrangere alcuni limiti del 3% o del 130-140%, tiriamo dritti", ha dichiarato il vicepremier e leader leghista. "Fino a che la disoccupazione non sarà dimezzata in Italia, fino a che non arriveremo al 5% di disoccupazione sperderemo tutto quello che dovremo spendere e se qualcuno a Bruxelles si lamenta ce ne faremo una ragione", ha aggiunto.

Le dichiarazioni di Salvini hanno avuto come prima conseguenza il rialzo dello spread, che ha chiuso in salita a 280 punti, e come seconda la reazione dell'altro vicepremier Luigi Di Maio che ha definito "irresponsabile fare aumentare lo spread come sta accadendo in queste ore parlando di sforamento del rapporto debito-Pil, che è ancora più preoccupante dello sforamento del rapporto deficit-Pil".

"Prima di spararle su debito-Pil mettiamoci a tagliare tutto quello che non è stato ancora tagliato in questi anni di spese inutili e di grande evasione", ha aggiunto a margine di un incontro in Confindustria Umbria, a Perugia. "Questo è un Paese che ha 300 miliardi di euro di evasione fiscale, che ha grandi evasori da cui si possono recuperare un sacco di risorse"
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.