Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 19 Giugno 2019, ore 09.25
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

I bresciani si sfilano dalla newco per l’Aeroporto Montichiari

Abem non rinnova l’accordo sottoscritto nel 2016 per la società che avrebbe dovuto segnare il rilancio dello scalo

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Nuovo capitolo nel perdurante dibattito sul futuro dell’aeroporto di Montichiari, la cui concessione è affidata alla società Catullo di Verona a sua volta controllata dalla veneziana Save. Abem, la società presieduta da Giuliano Campana e formata da Camera di Commercio di Brescia e Associazione Industriali Bresciani, ha deciso di non rinnovare l’accordo per la newco, sottoscritto nel 2016, che avrebbe dovuto gestire lo scalo bresciano destinando l’80% delle quote a Catullo. Una mossa che conferma il perdurare dello stallo in cui versa lo scalo bresciano, ma anche le mai celate intenzioni della cordata camerale e industriale della Leonessa di legarsi a Sacbo e all’aeroporto di Milano Bergamo. Una partnership sempre data come possibile per due decenni e mai sbocciata, che si scontra con la presenza della concessione di Montichiari in mano alla Catullo.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.