Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 18 Giugno 2019, ore 06.52
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Tria: con Ue dialogo serrato e costruttivo, accordo per evitare procedura

Compromesso è nell'interesse di tutti. Normalizzare spread per una vera ripresa

Economia ·
(Teleborsa) - Il governo italiano è pronto a "un dialogo serrato e costruttivo" con la Commissione per arrivare a un accordo che consenta di evitare la procedura di infrazione" per debito eccessivo. "E' nel nostro interesse arrivare a un compromesso e normalizzare definitivamente le condizioni del nostro mercato dei titoli di Stato la cui solidità è fondamentale non solo per i risparmiatori e le istituzioni finanziarie del Paese, ma anche e soprattutto per una vera ripresa dell'economia". E' la linea dell'esecutivo gialloverde per evitare il "cartellino rosso" di Bruxelles sui conti pubblici italiani tracciata dal ministro dell'Economia Giovanni Tria in Parlamento

L'esecutivo, ha assicurato il ministro, "conferma il suo impegno a rispettare i dettami del patto di stabilità e crescita per l'anno in corso" e annuncia che il deficit-Pil per il 2019 sarà "sensibilmente inferiore" alle stime sia del Def di aprile sia della Commissione. Secondo le stime più aggiornate, ha riferito il titolare di Via Venti Settembre, il disavanzo "si collocherebbe al 2,2% del Pil, rispetto al 2,4%" delle ultime previsioni. E considerando i risparmi attesi dalle nuove politiche di welfare (reddito di cittadinanza e quota 100) si scenderebbe al 2,1%, "senza incidere sui servizi", ha tenuto a precisare Tria dopo le polemiche sui tagli al welfare scatenate dalle indiscrezioni sulla lettera di risposta a Bruxelles.

Il governo, ha detto ancora Tria a difesa dell'operato dell'esecutivo, ha seguito un approccio "prudente e responsabile" nella politica di bilancio 2018", monitora "costantemente l'andamento dei conti pubblici" ed è pronto ad adottare azioni per rispettare i dettami del patto di stabilità e crescita. L'esecutivo, ha garantito il ministro, "è determinato a perseguire il fondamentale obiettivo di saldo strutturale e ad adottare tutte le cautele e le iniziative funzionali al raggiungimento di tale obiettivo".

(Foto: Giovanni Tria )
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.