Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 17 Ottobre 2019, ore 14.30
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Pompeo: "Attacco iraniano al petrolio è atto di guerra"

Dura condanna del segretario di Stato USA, Trump chiama Johnson per concordare una reazione congiunta e una "risposta diplomatica unitaria"

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - "L'attacco al petrolio da parte dell'Iran è un atto di guerra". Così il segretario di Stato USA Mike Pompeo ha definito l'attacco contro installazioni petrolifere saudite a seguito dell'incontro a Gedda con il principe ereditario Mohammed bin Salman.

Nel frattempo, si è mosso anche il presidente statunitense, Donald Trump. Secondo quando riferito da Downing Street, il primo ministro britannico, Boris Johnson, si è consultato telefonicamente con la Casa Bianca per valutare una reazione congiunta all'attacco contro le installazioni che Washington e Riad attribuiscono a Teheran.

Secondo le fonti britanniche, i due leader hanno parlato di "una risposta diplomatica unitaria"; anche Johnson aveva sentito Mohammed bin Salman e aveva condannato l'attacco, invocando generiche indagini internazionali sulle responsabilità.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.