Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 13 Novembre 2019, ore 11.31
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Vodafone: "Così il 5G cambia il mondo della medicina"

Nove i casi presentati al "5G Healthcare – Vodafone Conference Camp & Experience Day", compreso il primo intervento chirurgico da remoto su 5G

Economia, Scienza e tecnologia ·
(Teleborsa) - Operare un paziente da remoto, gestire analisi e consulti senza doversi recare in ospedale e monitorare un paziente sempre da remoto grazie alla potenza e alla sicurezza del 5G.

Sono i tre nuovi progetti presentati al "5G Healthcare – Vodafone Conference Camp & Experience Day", evento Vodafone organizzato a Milano e dedicato all'impatto che il 5G ha e avrà nel settore Sanità.

La giornata è stata l'occasione per fare il punto sull'evoluzione e presentare i nove progetti 5G nel settore Sanità e Benessere, a partire dal primo intervento di chirurgia in Italia da remoto su rete 5G.

Il prof. Matteo Trimarchi, otorinolaringoiatra dell'IRCCS Ospedale San Raffaele e docente presso l'Università Vita-Salute San Raffaele, ha infatti effettuato un intervento di microchirurgia laser transorale su un modello di laringe sintetica all'Ospedale San Raffaele operando direttamente dal Vodafone Village.

Grazie alla bassissima latenza, alla banda ultra-larga e alla alta affidabilità del 5G, il chirurgo ha potuto azionare il laser e le pinze manipolatrici del robot da remoto, ricevendo allo stesso tempo un video stereoscopico dell'area di intervento. La dimostrazione apre così la strada alla medicina del futuro, anche eliminando le barriere geografiche per una più rapida e sicura condivisione del sapere medico su scala sempre più ampia.

Due le altre novità presentate nel corso dell'evento: la sistemi di analisi e consulto medico da remoto (progetto realizzato da Vodafone con Exprivia - Italtel e Istituto Clinico Humanitas) e il monitoraggio remoto del paziente (realizzato da Vodafone con il Politecnico di Milano e Istituto Clinico Humanitas).

Oltre ai nuovi progetti, sono stati illustrati gli altri progetti già realizzati in ambito sanità e benessere: l'ambulanza connessa, il Wearable in ambito sportivo. la robotica di servizio, il Medical Cognitive Tutor, la robotica riabilitativa e l'Internet of Things per la telemedicina.

"Oggi mostriamo alcune delle potenzialità del 5G nel settore sanità e benessere, che è uno dei grandi temi su cui il 5G avrà impatti molto profondi", ha affermato l'amministratore delegato di Vodafone Italia, Aldo Bisio, sottolineando che in questo ambito si aprono numerose opportunità.

"Pensate al tema del controllo remoto di pazienti con malattie croniche. Sicuramente questo ha potenziali di sviluppo che libereranno un'enormità di risorse, impiegate oggi in questo tipo di attività, che possono essere dislocate e impiegate in nuovi servizi ancora più estesi ai cittadini, in tempi in cui francamente i budget per la sanità sono piuttosto risicati".

L' a.d. ha poi evidenziato un impatto "tra i 4 e i 5 miliardi sul Pil. Un Pil - conclude Bisio - di alta qualità fatto di ingegneri, tecnici, persone che piano piano cambieranno radicalmente il mondo e le comunità nelle quali viviamo. La lezione più grande che abbiamo appreso attraverso la sperimentazione del 5G a Milano è quella di dover collaborare con partner pubblici e privati".


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.