Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 14 Ottobre 2019, ore 20.55
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Il Parlamento UE boccia la candidatura di Goulard

Bocciata con 82 voti contrari e 29 a favore. Ultima parola al presidente eletto della Commissione europea, Ursula von der Leyen

Economia ·
(Teleborsa) - La candidatura della francese Sylvie Goulard, ex ministro francese designato dal presidente Emmanuel Macron a sedere nella prossima Commissione europea, è stata bocciata dagli europarlamentari.

Bocciata a larga maggioranza con 82 voti contrari e 29 a favore. Uno si è astenuto.

Goulard sarebbe stata contestata a causa di una irregolarità amministrativa relativa a un suo assistente parlamentare e della consulenza remunerata per un think tank americano durante il suo mandato di eurodeputata.

Un vero e proprio smacco per il presidente francese Macron che sembrava avesse già in mano lo scettro.

Ora la parola passa al presidente eletto della Commissione europea, Ursula von der Leyen, che deciderà in merito.

"Prendo atto della decisione del Parlamento europeo nel rispetto della democrazia. Ringrazio il Presidente della Repubblica e Ursula von der Leyen per la loro fiducia e tutti i deputati che hanno votato per me", scrive su Twitter Sylvie Goulard, candidata designata dalla Francia per il portafoglio al mercato interno.




Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.