Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 23 Ottobre 2019, ore 10.48
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Immobile l'Europa in attesa novità su dazi

Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,25%

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Nulla di fatto per le principali Borse del Vecchio Continente, che continuano gli scambi sulla parità in attesa di novità dal fronte delle trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina.

Lieve aumento per l'Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,40%. L'Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,24%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,59%.

Piccolo passo verso l'alto dello spread, che raggiunge quota +143 punti base, mostrando un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,89%.

Tra i mercati del Vecchio Continente senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, ferma Londra, che segna un quasi nulla di fatto, tonica Parigi, che registra una plusvalenza dello 0,24%.

Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,25%; sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share, che scambia sotto i livelli della vigilia a 23.400 punti. Pressoché invariato il FTSE Italia Mid Cap (-0,05%); sotto la parità il FTSE Italia Star, che mostra un calo dello 0,20%.

In luce sul listino milanese i comparti beni per la casa (+1,11%), media (+0,67%) e materie prime (+0,59%).

Nel listino, i settori sanitario (-1,25%), utility (-1,01%) e telecomunicazioni (-0,75%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, Moncler avanza dell'1,63%.

Guadagno moderato per Unicredit, che guadagna lo 0,69%.

Piccoli passi in avanti per CNH Industrial, che segna un incremento marginale dello 0,58%.

Giornata moderatamente positiva per Saipem, che sale di un frazionale +0,54%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Amplifon, che prosegue le contrattazioni con un -1,74%.

Preda dei venditori Diasorin, con un decremento dell'1,30%.

Si concentrano le vendite su BPER, che soffre un calo dell'1,23%.

Vendite su Hera, che registra un ribasso dell'1,22%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Mondadori (+4,44%), ASTM (+2,36%), Sias (+2,15%) e Maire Tecnimont (+1,89%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su IREN, che continua la seduta con un -1,54%.

Seduta negativa per Credito Valtellinese, che mostra una perdita dell'1,33%.

Sotto pressione Zignago Vetro, che accusa un calo dell'1,19%.

Scivola Banca MPS, con un netto svantaggio dell'1,11%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.