Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 13 Novembre 2019, ore 05.21
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Giù Piazza Affari e le altre Borse europee

Investitori in attesa di un accordo temporaneo fra USA e Cina sui dazi

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei con gli investitori in attesa di un accordo temporaneo fra USA e Cina sui dazi.

Sul mercato Forex, l'Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,105. Poco mosso l'Oro a quota 1.468,3 dollari l'oncia. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 56,62 dollari per barile, con un calo dello 0,93%.

Balza in alto lo spread, posizionandosi a +144 punti base, con un incremento di 6 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all'1,19%.

Tra gli indici di Eurolandia contrazione moderata per Francoforte, che soffre un calo dello 0,36%. Sottotono Londra che mostra una limatura dello 0,35%. Deludente Parigi, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,58% sul FTSE MIB.

In luce sul listino milanese i comparti telecomunicazioni (+0,80%), vendite al dettaglio (+0,47%) e beni per la casa (+0,41%).

Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti bancario (-1,36%), tecnologia (-1,25%) e materie prime (-1,19%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Telecom Italia (+1,73%) all'indomani della trimestrale che ha evidenziato un debito in riduzione. Bene inoltre Hera (+1,11%), Terna (+0,96%) e BPER (+0,87%).

Giù, invece, Diasorin, che continua la seduta con -2,02%. Deboli le banche.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Cementir Holding (+3,17%), Salini Impregilo (+1,61%), Brunello Cucinelli (+1,60%) e Piaggio (+1,39%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Fincantieri, che prosegue le contrattazioni a -5,90%.

Tonfo di doValue, che mostra una caduta del 3,94%.

Lettera su Banca Popolare di Sondrio, che registra un importante calo del 2,90%.

Affonda Mutuionline, con un ribasso del 2,65%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.