Facebook Pixel
Milano 17:35
34.271,12 -0,27%
Nasdaq 22:00
17.526,8 +0,32%
Dow Jones 22:02
38.460,92 -0,11%
Londra 17:35
8.040,38 -0,06%
Francoforte 17:35
18.088,7 -0,27%

Coronavirus, l'Europa fa scudo: flessibilità e misure in arrivo

Serve azione coordinata a livello europeo

Economia
Coronavirus, l'Europa fa scudo: flessibilità e misure in arrivo
(Teleborsa) - Mercati alla finestra, "frastornati" dall'emergenza sanitaria per il Coronavirus e dai timori per l'impatto - al momento ancora difficile d stimare - dell'epidemia sull'economia globale. Dopo l'intervento "a sorpresa" della Fed, che ha tagliato di mezzo punto percentuale i tassi di interesse americani, riflettori puntati sulla riunione della BCE, in programma giovedì, per capire quali strumenti intende mettere in campo con la Lagarde chiamata a fronteggiare una sfida imprevista.

Infatti, rispetto allo scorso 23 gennaio, data dell’ultima riunione del board, lo scenario infatti è completamente mutato e l'Istituto di Francoforte nelle scorse ore, aveva anticipato che "monitora da vicino gli sviluppi e le implicazioni sull’economia” del Coronavirus ed è pronta ad adottare “misure appropriate e mirate, commisurate ai rischi", se necessario.

Secondo la maggioranza degli analisti, due le ipotesi sul tavolo. La prima: abbassare ulteriormente il costo della liquidità per le banche, rivedendo persino i contratti già realizzati e aiutando l’afflusso del credito alle piccole e medie imprese in difficoltà. La seconda: un nuovo allargamento del piano di acquisto di titoli pubblici, oggi limitato a venti miliardi di euro al mese.

Fare in fretta e fare bene. L’aggravarsi dell’emergenza Coronavirus ha convinto tutti: Governi, Commissione europea e Banca Centrale.

Proprio ieri, sono arrivate anche le parole della Presidente della Commissione UE Von der Leyen, Per rispondere al "vasto impatto" che l'epidemia di Coronavirus avrà "sulla nostra economia e sulla vita della gente", la Commissione europea "discuterà con l'Eurogruppo la prossima settimana le possibili azioni a livello UE", e in particolare "la flessibilità" nell'applicazione del Patto di Stabilità e "le norme sugli aiuti di Stato, in circostanze eccezionali".

Rispondendo a una domanda sugli interventi finanziari che gli Stati e l'Ue potrebbero decidere, ha aggiunto che la Commissione e' "in contatto con gli Stati membri e, per le questioni macroeconomiche, con la Presidente della Bce, Christine Lagarde".

L'azione "non è solo a livello di Stati membri, ma anche al livello UE e al di là", ha precisato.


(Foto: © Arseniy Krasnevsky / 123RF)
Condividi
```