Domenica 25 Ottobre 2020, ore 22.35
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Officina Stellare si aggiudica due progetti per Comet Interceptor e Tokamak JT-60SA

Finanza ·
(Teleborsa) - Officina Stellare, PMI innovativa quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana e leader nella strumentazione opto-meccanica nei settori dell’Aerospazio e della Difesa ha ricevuto due nuovi importanti incarichi per lo sviluppo di sistemi opto-meccanici complessi.

Il primo progetto, assegnato dal CNR (Istituto di Fotonica e Nanotecnologie di Padova) consiste nella conduzione di uno studio preliminare sulla configurazione ottica e meccanica dello strumento EnVisS (Entire Visible Sky coma mapper) che avrà il compito di mappare per immagini l’intero cielo in prossimità della testa di una cometa, rivelando i cambiamenti della struttura delle polveri e dei gas nella sua prossimità. La strumentazione sarà utilizzata a bordo di un modulo spaziale nell’ambito dell’innovativa e avveniristica missione dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea), denominata Comet Interceptor, che lascerà la terra con il nuovo Ariane 6 nel 2028 e sfrutterà, come unica fonte di energia, quella dei pannelli solari di bordo.

Il secondo incarico, assegnato dal Consorzio RFX (Ricerca Formazione Innovazione), riguarda la progettazione del sistema opto-meccanico di raccolta (Collection Optics) utilizzato per uno strumento diagnostico installato all’interno del reattore a fusione nucleare Tokamak JT-60SA, potenziale fonte di energia sicura, ecosostenibile e praticamente inesauribile. Il sistema opto-meccanico che Officina Stellare progetterà avrà il delicato compito di raccogliere i fotoni diffusi da un raggio laser che attraversa il plasma (Thomson Scattering Edge System), fornendo importanti informazioni sulla fisica del sistema.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.