Sabato 26 Settembre 2020, ore 16.35
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Calo nei mercati europei, Milano inclusa

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Si muove in territorio decisamente negativo Piazza Affari. Stesso andamento al ribasso anche per le principali Borse europee. A Wall Street, l'S&P-500 prosegue le contrattazioni in calo.

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,01%. Scambia in retromarcia l'oro, che scivola a 1.948,7 dollari l'oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla del 3,27%, scendendo fino a 39,92 dollari per barile.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +151 punti base, con un timido incremento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,96%.

Tra i listini europei tonfo di Francoforte, che mostra una caduta del 3,45%, lettera su Londra, che registra un importante calo del 2,31%, e affonda Parigi, con un ribasso del 2,13%.

Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa del 3,28%, portando avanti la scia ribassista di sette cali consecutivi, avviata il 22 di questo mese; sulla stessa linea, si abbattono le vendite sul FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 21.005 punti, in forte calo del 3,02%.

Variazioni negative per il FTSE Italia Mid Cap (-1,04%); sulla stessa tendenza, in ribasso il FTSE Italia Star (-0,71%).

In buona evidenza a Milano il comparto beni per la casa, con un +0,46% sul precedente.

Nel listino, i settori petrolio (-5,91%), assicurativo (-4,62%) e bancario (-3,89%) sono tra i più venduti.

In questa giornata da dimenticare per Piazza Affari, nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva.

Le più forti vendite si manifestano su ENI, che prosegue le contrattazioni a -7,04%.

Seduta negativa per Saipem, che mostra una perdita del 6,55%.

Crolla Unipol, con una flessione del 5,73%.

Sotto pressione Banca Generali, che accusa un calo del 5,39%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, De' Longhi (+5,95%), Carel Industries (+2,06%), Saras (+1,72%) e Sesa (+1,49%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Salini Impregilo, che ottiene -9,29%.

Vendite a piene mani su Anima Holding, che soffre un decremento del 5,57%.

Pessima performance per Banca MPS, che registra un ribasso del 4,55%.

Sessione nera per FILA, che lascia sul tappeto una perdita del 4,35%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.