Venerdì 22 Gennaio 2021, ore 06.46
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Le Borse europee chiudono poco sotto la parità

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Chiudono tutte poco sotto la parità le principali Borse europee, con Piazza Affari che non si sposta dai valori della vigilia. Continua a navigare sull'onda dell'incertezza Wall Street, con l'S&P-500, che riporta un cauto +0,04%.



I mercati europei hanno chiuso in calo dopo una giornata positiva, spinta dal rialzo del petrolio, provocato dalle rinnovate aspettative riguardanti i tempi brevi per il vaccino anti-Covid, con le notizie sull’efficacia di quello di Astrazeneca che si sono aggiunte a quello di Pfizer/Biontech e Moderna.

L'Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,29%. Giornata da dimenticare per l'oro, che scambia a 1.837,4 dollari l'oncia, ritracciando dell'1,79%. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo dell'1,25%.

Lieve miglioramento dello spread, che scende fino a +116 punti base, con un calo di 1 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,58%.

Nello scenario borsistico europeo andamento cauto per Francoforte, che mostra una performance pari a -0,08%, discesa modesta per Londra, che cede un piccolo -0,28%, e poco mosso Parigi, che mostra un -0,07%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 21.702 punti; sulla stessa linea, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share (Piazza Affari), che si posiziona a 23.594 punti, in prossimità dei livelli precedenti.

In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,52%); consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,08%).

In buona evidenza a Milano i comparti materie prime (+2,90%), vendite al dettaglio (+1,86%) e chimico (+1,81%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti utility (-1,90%), sanitario (-0,79%) e immobiliare (-0,74%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+4,55%), Unicredit (+3,39%), Tenaris (+2,94%) e Leonardo (+2,90%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Banco BPM, che continua la seduta con -3,71%.

Seduta negativa per Enel, che mostra una perdita dell'1,86%.

Sotto pressione Mediobanca, che accusa un calo dell'1,54%.

Scivola Inwit, con un netto svantaggio dell'1,52%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Credito Valtellinese (+23,73%), Banca Popolare di Sondrio (+5,33%), Maire Tecnimont (+4,91%) e GVS (+3,85%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Datalogic, che ottiene -5,36%.

Affonda Cerved Group, con un ribasso del 3,78%.

Crolla FILA, con una flessione del 2,20%.

Vendite a piene mani su doValue, che soffre un decremento del 2,09%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.