Facebook Pixel
Venerdì 24 Settembre 2021, ore 01.24
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

La nuova Atlantia sarà più snella e con professionalità chiave per il futuro

Focus anche sulle startup con il lancio di un fondo di venture capital da mezzo miliardo di dotazione

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Una Atlantia più "snella" a presidio delle infrastrutture cruciali per la mobilità: dalle autostrade agli aeroporti, senza dimenticare la nuova mobilità sostenibile ed i sistemi di pagamento ed il progetto di decollo verticale degli elicotteri per gli spostamenti urbani ed, in particolare, dal centro di Roma verso Fiumicino co Volocopter. E fra i sogni nel cassetto anche la creazione, assieme ad altri partner europei, di un fondo di venture capital, con mezzo miliardo di dotazione iniziale e l'interesse ad alimentare la crescita di giovani startup innovative.



Un'istantanea sul futuro della holding quotata a Piazza Affari è offerto da un articolo de Il Corriere della Sera, che parla anche di cambiamenti radicali a livello organizzativo.

"Al timone della nuova holding ci sarà una squadra più asciutta — cento professionisti rispetto ai circa 200 precedenti — ma con competenze più tech, fin qui non presenti, unite a quelle industriali e finanziarie". La "svolta" organizzativa, scrive il quotidiano, dovrebbe essere annunciata in occasione della semestrale del 4 agosto, quando verrà presentata la squadra ridisegnata dal Ceo Carlo Bertazzo, frutto di una una campagna acquisti e di un percorso di valorizzazione delle competenze interne, e con una presenza sostanziosa di donne (almeno il 42%).

Fra queste la "bocconiana" Enrica Marra, che sarà responsabile del risk management, dopo la lunga esperienza maturata alla Brembo, e "simbolo del cambiamento" nell'ambito del percorso di recupero reputazionale di Atlantia e del cambio di passo segnato dalla cessione di ASPI a Maquarie-CDP.

Un cambiamento che fa perno anche sulla sostenibilità e che vede in prima linea Katia Riva nel ruolo di chief sustainability office, per portare avanti la conversione "green" della holding, mentre a presidio dei grandi investimenti c'è un'altra figura femminile, Elisabetta De Bernardi, in qualità di Investment director Europe.

Regista della riorganizzazione, sotto la guida dell'Ad Bertazzo e del Presidente Fabio Cerchiai, è Massimo Sonego, che spiega: "Le attività saranno organizzate per aree di business e piattaforme, secondo il modello tradizionalmente adottato dai gruppi internazionali delle infrastrutture come Vinci".

Ruolo primario anche all'innovazione, che punta sulle tecnologie biometriche, già applicate negli aeroporti, e sui pagamenti digitali. Un'area che si arricchirà della preparazione dell'ingegnere Ugo Govigli, ultimo arruolato in Atlantia alla guida delle strategie di innovazione tecnologica.

La nuova Atlantia non può dimenticare le risorse umane, un fattore strategico del cambiamento, affidate all'esperienza di Nicola Pelà, ex Olivetti, Barilla, Luxottica, che ha già avviato un percorso di fidelizzazione dei 13.500 dipendenti italiani del gruppo, con la distribuzione di azioni propri

Fra i manager "chiave" anche l'avvocato Claudia Ricchetti, ora General Counsel della holding, e Claudia Introvigne, che dal primo luglio è direttore Investor Relations. E ancora, Lorenzo Alzati a capo dell’Internal Auditing, Tiziano Ceccarani quale Chief financial officer, e Roberto Mengucci, responsabile Investimenti nelle Americhe e nell’Asia-Pacifico. Stefano Porro, nel gruppo dal 2016, curerà la comunicazione.

I piani di crescita saranno finanziati da importanti investimenti nei mercati core, come Italia e Francia, grazie anche alla dotazione di 8 miliardi (5 al netto del debito) generata dalla cessione di ASPI. Risorse che alimenteranno la "campagna di crescita" e serviranno anche per un buyback al quale la famiglia Benetton ha già comunicato che non parteciperà per lasciare la liquidità in cassa.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.