Facebook Pixel
Lunedì 25 Ottobre 2021, ore 10.09
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Russia, Banca centrale alza tassi al 6,75%: quinto aumento consecutivo

Finanza ·
(Teleborsa) - La Banca centrale russa ha aumentato i tassi di riferimento di 25 punti base, portando così il costo del denaro al 6,75%. L'aumento è stato minore dalle attese della maggior parte degli analisti, ma rappresenta il quinto aumento consecutivo (dall'inizio dell'anno si è registrato un aumento di 250 punti base). La Bank of Russia continua a segnalare un'inflazione troppo alta e vede ulteriori aumenti dei tassi possibili nei prossimi meeting.

La banca centrale osserva che il contributo dei fattori che spingono l'inflazione al rialzo rimane considerevole, "sulla scia di una crescita più rapida della domanda rispetto alla capacità di espansione della produzione". In questo contesto, "il saldo dei rischi per l'inflazione è inclinato al rialzo". Ciò può determinare una deviazione più sostenuta dell'inflazione dall'obiettivo di avere l'aumento dei prezzi al consumo al 4%. "Se la situazione si svilupperà in linea con le previsioni di base, la Banca di Russia tiene aperta la prospettiva di ulteriori rialzi dei tassi di riferimento nelle sue prossime riunioni", viene sottolineato.



Secondo le previsioni della Bank of Russia, l'inflazione annuale inizierà a rallentare nel quarto trimestre del 2021. Dato l'orientamento della politica monetaria, l'inflazione annua scenderà al 4-4,5% nel 2022 e rimarrà prossima al 4%. Ad agosto, la crescita mensile dei prezzi al consumo è tornata a crescere, dopo il rallentamento di luglio. L'inflazione annua è salita al 6,68% (vs 6,46% di luglio).

Per quanto riguarda la crescita del Paese, viene riportato che "l'economia russa ha raggiunto il livello pre-pandemia nel secondo trimestre del 2021. Le stime suggeriscono che l'attività economica ha continuato a crescere nel terzo trimestre, anche se a un ritmo un po' più lento".

Il messaggio generale è "ancora relativamente hawkish", ha detto a Bloomberg Piotr Matys, analista valutario senior presso InTouch Capital Markets. "La portata della mossa odierna implica che la banca centrale è forse a un altro rialzo dei tassi dal raggiungere la fine del suo ciclo di inasprimento dopo aver agito con decisione durante l'estate per frenare l'inflazione", ha aggiunto.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.