Facebook Pixel
Mercoledì 19 Gennaio 2022, ore 20.06
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Juventus, CdA approva condizioni definitive dell'aumento di capitale

Finanza, Sport ·
(Teleborsa) - Il consiglio di amministrazione di Juventus Football Club, società quotata su Euronext Milan, ha approvato le condizioni definitive dell'aumento di capitale in opzione deliberato dall'assemblea degli azionisti in data 29 ottobre 2021 e il calendario dell'offerta in opzione delle nuove azioni. In particolare, saranno emesse massime 1.197.226.782 azioni ordinarie di nuova emissione, prive di valore nominale espresso, aventi le medesime caratteristiche delle azioni ordinarie Juventus già in circolazione e godimento regolare, da offrire in opzione agli azionisti della società aventi diritto nel rapporto di 9 Nuove Azioni ogni 10 azioni Juventus possedute, al prezzo di sottoscrizione di 0,334 euro per ciascuna Nuova Azione. Il controvalore dell'offerta sarà pari a massimi 399.873.745,19 euro.

Il prezzo di sottoscrizione delle Nuove Azioni oggetto dell'offerta in opzione incorpora uno sconto del 35,32% circa rispetto al prezzo teorico ex diritto delle azioni ordinarie Juventus, calcolato sulla base del prezzo di chiusura del 22 novembre 2021. I diritti di opzione per la sottoscrizione delle Nuove Azioni saranno esercitabili dal 29 novembre 2021 al 16 dicembre 2021 (estremi inclusi) e i diritti di opzione siano negoziabili sul mercato Euronext Milan dal 29 novembre 2021 al 10 dicembre 2021 (estremi inclusi).



Confermato l'impegno di sottoscrizione da parte di EXOR per la quota di propria spettanza, pari al 63,8% del capitale sociale, per un controvalore pari a circa 255 milioni di euro. Inoltre, è stato sottoscritto il contratto di garanzia (underwriting agreement) con Goldman Sachs International, J.P. Morgan AG, Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. e UniCredit Corporate & Investment Banking, che si sono impegnati a sottoscrivere le Nuove Azioni eventualmente rimaste inoptate al termine dell'asta dei diritti inoptati per un ammontare massimo pari a circa 144,9 milioni di euro (ovvero la differenza tra il controvalore complessivo e la quota spettante a EXOR).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.