Facebook Pixel
Lunedì 6 Dicembre 2021, ore 21.33
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

RFI, Fiorani: "In Lombardia entro agosto gare per oltre un miliardo"

L'intervento dell'ad di Rete Ferroviaria Italiana al convegno "Piano Lombardia e PNRR"

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Entro agosto Rete Ferroviaria Italiana (RFI) lancerà in Lombardia gare per oltre un miliardo di euro, passando poi alla fase attuativa delle opere. Complessivamente, calcolando anche i diversi cantieri già aperti, il volume complessivo degli investimenti nella Regione supera il miliardo e mezzo. È quanto emerge – come riporta FS News, il portale di informazione del Gruppo FS Italiane – dal convegno "Piano Lombardia e PNRR", organizzato a Milano dalla Regione Lombardia per illustrare i numeri del Piano e il ruolo delle infrastrutture pubbliche nella creazione opportunità per i territori.

"Abbiamo lavorato per capire quali progetti fossero eleggibili nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, facendo tesoro del confronto che negli anni abbiamo sistematicamente intrapreso con Regioni e territori – ha affermato nel suo intervento Vera Fiorani, amministratrice delegata di RFI –. Questo ha portato a definire un pacchetto di investimenti ferroviari di 23 miliardi e mezzo, pari al 10% del PNRR, tutti con il vincolo di essere completati entro il 2026. Gli interventi sono stati definiti, alcuni sono in fase di approvazione o attuazione, le progettazioni dei rimanenti sono in corso e saranno completate entro febbraio".




Riguardo ai tempi di cantierabilità delle opere, Fiorani ha parlato di una programmazione molto chiara, con una serie di step ben definiti. "Il passaggio successivo – ha detto l'ad di RFI – sarà il completamento degli iter autorizzativi, che costituisce il momento più critico dell'intero processo. Ci sono i Commissari su molte opere ferroviarie, questo assicura maggiore celerità ma su alcune parti del percorso autorizzativo i poteri commissariali non bastano. Superata quella fase, in tre mesi e mezzo possiamo completare le procedure di gara e siamo pronti ad aggiudicare, significa che alla fine del prossimo anno possiamo avere tutto in gara, e molto di aggiudicato, per attuare le opere entro i termini chiesti dall'Europa".

Tra gli interventi in Lombardia comprensivi delle gare (tra le 15 e le 18) che saranno lanciate, Fiorani – evidenzia FS News – ha ricordato il collegamento con l'aeroporto Orio al Serio quale esempio di intermodalità, parte integrante del piano di sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria, ma soprattutto i lavori che coinvolgeranno la stazione di Milano Centrale. "Sarà uno di quegli interventi straordinari di digitalizzazione molto complessi, ma – ha affermato la manager – fondamentali per garantire ai servizi ferroviari prestazioni di migliore regolarità e qualità. Rete Ferroviaria Italiana ha in fase di progettazione l'alta velocità per il tratto Salerno-Reggio Calabria, un'infrastruttura completamente nuova da 22 miliardi, e il nodo di Vicenza, parte importante del collegamento da Milano a Venezia, passando per Verona, Vicenza e Padova. Una prima tranche della Salerno-Reggio Calabria è già stata finanziata, una parte dal PNRR, 1,8 miliardi, e tutto il resto grazie con fondi nazionali. La parte nord dell'opera – ha concluso – sarà pronta per il 2026, mentre il tratto rimanente punta a vedere la luce entro il 2031. I lavori sullo snodo di Vicenza sono in corso e coinvolgeranno, anch'essi, l'alta velocità".



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.