Facebook Pixel
Giovedì 11 Agosto 2022, ore 23.41
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Poli europei di innovazione: la cooperazione tra i vincitori italiani

La Commissione Europea ha pubblicato i risultati della call per costruire la rete di Poli innovativi che gestiranno la transizione digitale delle Pmi nei Paesi UE. Tra i vincitori del bando anche i progetti italiani partecipati dalla Fondazione PICO

Economia ·
(Teleborsa) - Sono stati pubblicati i risultati dei progetti italiani selezionati dalla Commissione Europea per realizzare la prima rete di European Digital Innovation Hub (EDIH), i Poli europei per l'innovazione digitale cui spetterà il compito di sostenere le micro e PMI di tutti gli Stati membri nelle diverse fasi di trasformazione tecnologica e innovativa. Di 4 progetti italiani partecipati dalla Fondazione PICO, il Digital Innovation Hub di Legacoop nazionale, e dai suoi partner territoriali sono risultati 2 vincitori, mentre 2 hanno ricevuto menzione di qualità.

"Gli esiti della selezione – dichiara il presidente della Fondazione PICO Giancarlo Ferrari – confermano che l'Italia, sia come Paese che per le singole eccellenze, ha le carte in regola per gestire la transizione verso modelli di impresa sempre più innovativi, digitali e sostenibili, grazie ai quali sarà in grado di recuperare rapidamente i ritardi sinora registrati rispetto agli altri Stati europei in ambito tecnologico. Partecipare attivamente a questo processo è per noi motivo di soddisfazione e raddoppia il nostro impegno nel sostenere l'innovazione tecnologica delle realtà più piccole: la Fondazione PICO sta infatti consolidando il suo ruolo di riferimento nel mondo cooperativo per la digital transformation, come dimostrato anche dalle partnership che abbiamo siglato con imprese, Atenei, Competence Center, Google.org (la divisione filantropica di Google) e ora con gli EDIH".



Lo scorso 17 novembre la Commissione Europea ha lanciato la prima gara ristretta per la selezione degli EDIH a cui, per parte italiana, hanno potuto concorrere i Poli che avevano già superato una preselezione nazionale e regionale gestita dal ministero dello Sviluppo Economico.

I progetti vincitori verranno sostenuti al 50% con contratti di sovvenzione europea della durata di 36 mesi (estendibili a 48 mesi) e per il restante 50% con risorse italiane. Tra essi risulta anche: EDIH4Marche, Polo che interverrà nella regione Marche a cui la Fondazione partecipa con il Nodo PICO Marche e Marche Digital Innovation Hub Soc.Coop. L'associazione ha un focus su: Intelligenza Artificiale, Sistemi Intelligenti Multi-Agente, Cyber Physical Production Systems, Industrial IoT, Data Analytics, CyberSecurity; Artes 5.0 – Reset Italy, progetto di respiro nazionale con focus su Industria 4.0 e Intelligenza Artificiale a cui partecipano la Fondazione PICO nazionale e il Nodo PICO Sicilia.

Due progetti hanno invece ricevuto la certificazione "Seal of Excellence", ovvero sono stati ritenuti di qualità, tuttavia per graduatoria non hanno raggiunto la possibilità di sovvenzionamento da parte dell'UE; riceveranno comunque il 50% dell'ammontare necessario da parte dello Stato italiano. Bi-Rex ++: Polo nazionale specializzato in High Performance Computing & Big Data processing for Industry che vede capofila il Competence Center Bi-Rex, a cui partecipano la Fondazione PICO e il Nodo PICO Emilia-Romagna. Pics2: iniziativa regionale pugliese che contiene esperienze provenienti da diversi settori (Steel, Shipbuilding, Petrochemistry, Aerospace, Agrifood, Logistics) con focus sulla cyber security. È partecipata dal Nodo PICO Puglia.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.