Facebook Pixel
Venerdì 27 Gennaio 2023, ore 12.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Manovra: da cuneo fiscale a Reddito Cittadinanza, novità in arrivo

CdM oggi alle 2030

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - E' convocato per oggi alle 20.30 il Consiglio dei ministri chiamato ad esaminare la Legge di bilancio: si tratta di un provvedimento complesso all'interno del quale troveranno posto misure da tempo annunciate, su tutte la revisione del reddito di cittadinanza (con cui presumibilmente verrà finanziato il taglio del cuneo fiscale), l'intervento "a tempo" sulle pensioni e alcuni interventi di contrasto all'inflazione.






Nel dettaglio, dovrebbe arrivare un taglio del cuneo fiscale di due punti per i redditi inferiori a 35mila euro (in scia a quanto fatto in precedenza dal governo Draghi) e di un altro punto per chi ha un reddito fino a 20mila euro. Capitolo flat tax: la soglia per le partite Iva che possono accedervi dotrebbe passare da 65mila a 85mila euro, potrebbe fermarsi invece sullo "scoglio" dei costi troppi alti l'intenzione di inserire per i lavoratori dipendenti una flat tax incrementale (cioè sull'eventuale aumento di reddito rispetto agli anni precedenti)

Intanto, Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, avrebbe incontrato questa mattina Giancarlo Giorgetti, ministro dell'Economia e appartenente alla Lega. Un incontro durato poco più di un'ora, per fare il punto sulle misure ancora da definire in vista del CdM.

"L'intenzione del governo è rifinanziare il taglio del cuneo fiscale già messo in atto dal governo Draghi e anche aumentarlo "per i redditi più bassi dei lavoratori", conferma Giorgetti, sottolineando che le altre misure discusse dai giornali sono "ipotesi presentate nel corso della riunione che sono in corso di valutazione politica".

E proprio sulla revisione del Reddito di Cittadinanza, il Movimento Cinquestelle è pronto a dare battaglia: "L'ossessione di Meloni è smantellare il reddito di cittadinanza. L'esecutivo sta lavorando per tagliare questo sostegno vitale ai cosiddetti ‘occupabili'. Una formula dietro la quale la destra prova a dipingere un universo sociale di scansafatiche". Lo ha detto Giuseppe Conte in un'intervista a La Repubblica. "Gli occupabili sono 660mila con storie ben complesse". Per Conte, si potrebbe riformare il reddito di cittadinanza "rendendolo più compatibile con il reddito da lavoro, diminuendo il livello di tassazione ai percettori che accettano un lavoro, almeno per un periodo iniziale"




Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.