Facebook Pixel
Venerdì 3 Febbraio 2023, ore 14.26
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Ucraina, a Kiev salta il piano di emergenza per l'elettricità. Al via evacuazione di Kherson per l'inverno

Economia ·
(Teleborsa) - A Kiev oggi sono stati applicati blackout di emergenza a causa dell'elevato consumo di corrente dovuto in particolar modo al freddo. Lo ha comunicato l'operatore elettrico ucraino Ukrenergo specificando che i programmi sull'orario delle interruzioni dell'elettricità nella capitale e nella regione di Kiev saranno sospesi "fino a quando la situazione non si sarà stabilizzata". L'amministrazione ha spiegato che "attualmente, il consumo di elettricità è aumentato in modo significativo nella regione di Kiev. Al fine di evitare incidenti di massa, ci sono interruzioni di emergenza", ha riportato la stazione televisiva internet loca Espreso tv.

Nel frattempo le autorità ucraine hanno avviato l'evacuazione dei residenti dalle aree recentemente liberate della regione di Kherson e dalla vicina provincia di Mykolaiv. Il timore è che i danni alle infrastrutture siano troppo gravi perché le persone possano sopportare il prossimo inverno. Ai residenti delle due regioni meridionali, bombardate costantemente negli ultimi mesi, è stato consigliato di trasferirsi in aree più sicure nelle parti centrali e occidentali del Paese, ha affermato la vice primo ministro ucraina Iryna Vereshchuk. Il governo fornirà "trasporto, alloggio e cure mediche", ha aggiunto Vereshchuk. In queste stesse ore il vicepresidente del consiglio regionale di Kherson, Yuriy Sobolevsky, ha fatto sapere che l'esercito russo sta bombardando la città, colpendo infrastrutture civili. "Ci sono feriti tra la popolazione", ha aggiunto Sobolevsky.

Il Cremlino, attraverso il portavoce Dmitry Peskov, ha dichiarato di "voler raggiungere i suoi obiettivi", e che "li raggiungerà" ma ha precisato che il fine dell'operazione militare russa, non è provocare un cambio di regime in Ucraina.

Nuovo appello del presidente ucraino Volodymyr Zelensky in collegamento video alla 68esima sessione annuale dell'Assemblea Parlamentare della Nato, in corso a Madrid. L'Ucraina – ha dichiato – ha bisogno di "sistemi di difesa aerea e anti-missili in quantità e di qualità sufficienti", oltre che "nuovi pacchetti di sanzioni" e "sostegno finanziario", per evitare che "la Russia commetta nuovi atti terroristici". "Mi piacerebbe che i vostri Parlamenti riconoscano la Russia come uno stato terroristico", ha aggiunto Zelensky, che ha anche chiesto ai "terroristi russi" di "mettere fine" ad azioni "pericolose" e "sabotaggi" nei pressi di impianti nucleari.






Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.