Facebook Pixel
Milano 17-apr
0 0,00%
Nasdaq 17-apr
17.493,62 -1,24%
Dow Jones 17-apr
37.753,31 -0,12%
Londra 17-apr
7.847,99 +0,35%
Francoforte 17-apr
17.770,02 +0,02%

Mercati cauti. Milano si allinea

Attesa per i dati di ottobre sulla misura dell’inflazione americana preferita dalla Federal Reserve

Commento, Finanza, Spread
Mercati cauti. Milano si allinea
(Teleborsa) - Si muove con cautela la seduta finanziaria odierna delle borse europee, così come a Piazza Affari. Gli investitori restano in attesa dell'aggiornamento sull’inflazione negli Stati Uniti che arriverà in giornata. Dai dati di ottobre, sulla misura dell’inflazione preferita dalla Federal Reserve, gli addetti ai lavori si attendono che i prezzi continuino ad allentarsi, come è avvenuto dalla metà del 2022. Si prevede che la banca centrale americana manterrà stabile il sui tasso di interesse quando si riunirà a dicembre.

Atteso per oggi anche l'intervento della presidente BCE, Christine Lagarde, in apertura del Forum sulla supervisione bancaria, e per domani il discorso del presidente Fed, Jerome Powell.

Sempre oggi ci sarà la riunione dei produttori di petrolio (Opec) a Vienna. La riunione allargata dei paesi produttori, che include Arabia Saudita e Russia, dovrà decidere sull'accordo per i livelli di produzione, inserendo eventuali modifiche a quanto previsto per il 2024.

Sul mercato valutario, l'Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,33%. Sostanzialmente stabile l'oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 2.041,3 dollari l'oncia. Lieve aumento del petrolio (Light Sweet Crude Oil) che sale a 78,01 dollari per barile.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a +175 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 4,15%.

Tra i mercati del Vecchio Continente Francoforte avanza dello 0,21%, piatta Londra, che tiene la parità, e senza spunti Parigi, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi. Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 29.745 punti; sulla stessa linea, resta piatto il FTSE Italia All-Share, con le quotazioni che si posizionano a 31.690 punti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, ben comprata Leonardo, che segna un forte rialzo del 2,30%.

Tenaris avanza del 2,28%.

Si muove in territorio positivo STMicroelectronics, mostrando un incremento dell'1,58%.

Si muove in modesto rialzo Saipem, evidenziando un incremento dell'1,37%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Unicredit, che continua la seduta con -1,05%.

Sostanzialmente debole Iveco, che registra una flessione dello 0,91%.

Si muove sotto la parità Ferrari, evidenziando un decremento dello 0,89%.

Contrazione moderata per Telecom Italia, che soffre un calo dello 0,80%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Seco (+2,96%), Ariston Holding (+1,53%), Alerion Clean Power (+1,49%) e Saras (+1,42%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Digital Value, che ottiene -1,78%.

Calo deciso per Cementir, che segna un -1,55%.

Sotto pressione Pharmanutra, con un forte ribasso dell'1,55%.

Soffre Technoprobe, che evidenzia una perdita dell'1,54%.
Condividi
```