Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 27 Settembre 2016, ore 14.18
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Come cambiare conto corrente: guida rapida senza stress

Economia, Finanza · 01 aprile 2016 - 10.15
Finalmente hai trovato una banca che ti fa l'offerta più appetibile che ti sia mai capitata?
Come puoi cambiare conto corrente senza stress?

Se anche tu come me, in passato, ti sei trovato a dover affrontare il passaggio da una banca all'altra, probabilmente ti sarai scoraggiato per i lunghi tempi di attesa, l'interminabile numero di pratiche e moduli da compilare, per non parlare del fatto di doversi presentare malvolentieri allo sportello per dire addio al nostro precedente direttore di banca.

Ora finalmente una buona notizia! Dal 25 giugno scorso il trasferimento dei conti correnti avviene in soli 12 giorni con una procedura velocissima, a costo zero e tutto a cura del nuovo istituto bancario che hai scelto.
Tutto semplificato e veloce quindi, ma trattandosi di una novità non vogliamo trascurare nulla ed è per questo che nasce questa guida, con l'obiettivo di indicarti quali sono i pochi passi, semplici ma necessari, per traslocare da un conto corrente ad un altro con la portabilità no-stress della nuova normativa.

Alla fine della lettura di questa guida, fare un passo così importante come quello di scegliere a chi affidare i tuoi risparmi, ti sembrerà estremamente semplice e senza rischi. Un passo che finora, secondo Il Sole 24 Ore, fa solo l'8% dei correntisti.

Ai nastri di partenza
Hai già scelto il nuovo conto?

Navigando sul web e confrontando le offerte online possiamo senza alcuna difficoltà trovare il conto su misura per noi, che rispetti le nostre esigenze grazie ad un'offerta ricca e diversificata.
Possiamo valutarle anche con l'aiuto di un comparatore di offerte che ci permette di visualizzare tutto in pochi secondi.


Ho deciso: trasferisco il conto.

FurgoneTrovata l'offerta giusta decidiamo di trasferire il conto. Ma come avviare le procedure per il trasloco?
La procedura viene attivata automaticamente all'apertura del nuovo conto.
Ci si reca presso la banca prescelta e si compila il modulo che ci forniscono allo sportello. Grazie al mandato che abbiamo conferito, il nuovo prestatore di servizi sarà autorizzato ad operare per nostro conto e si sostituirà a noi per gestire tutte le problematiche legate al trasferimento, compresa la chiusura del vecchio conto.

IMPORTANTE

Nel modulo andrà indicata:
  • la data dalla quale far partire gli ordini di addebito e di accredito
  • la nostra decisione in merito alla chiusura o meno del conto originario


Che cosa posso traslocare?

BolletteLa principale novità del decreto è che a curare il trasferimento e portarlo a conclusione sarà la nostra nuova banca, senza più stress per il risparmiatore e soprattutto gratuitamente.

Il prossimo passo è decidere quali servizi trasferire:

  • domiciliazione utenze (bollette gas, luce, acqua, ecc.)
  • accredito stipendio/pensione
  • pagamenti periodici
  • addebito del mutuo
  • addebito delle rate di un prestito
  • carta di credito
  • carta di debito (bancomat)
  • investimenti
  • affidamento
  • convenzioni stipulate a favore di categorie
e darne comunicazione al nostro nuovo prestatore di servizi.


Che cosa non devo dimenticare?

Post-itPer estinguere il vecchio conto in tempi rapidi dovremo:
  • riconsegnare gli assegni non utilizzati del vecchio conto corrente
  • riconsegnare carta di credito e carta di debito (bancomat)

Questo è un servizio che la nuova banca si presta a fare volentieri per nostro conto, naturalmente si è molto disponibili quando si tratta di lavorare per un cliente nuovo, ma in molti casi libretti e carte vanno riconsegnate direttamente dal correntista al vecchio istituto, quindi informiamoci prima.



Rispetto delle tempistiche e sanzioni

Da quando diamo l'autorizzazione ad aprire il conto, la banca ha 12 gg. di tempo per estinguere il vecchio conto e attivare tutti i servizi richiesti completando l'iter, pertanto:

  • facciamo attenzione al rispetto delle tempistiche

La legge è dalla nostra parte e prevede in caso di ritardi un indennizzo per il correntista calcolato in misura proporzionale al ritardo e alla disponibilità esistente sul conto di pagamento al momento della richiesta di trasferimento (dobbiamo solo attendere ancora che il MEF, Ministero dell'Economia e delle Finanze, definisca l'entità dei rimborsi). In più anche in caso di funzionari o dipendenti inadempienti sono previste multe salatissima tra i 5.160 e i 64.555 euro.

DA SAPERE

Tenete sotto controllo il dossier titoli, in particolare tempi e costi. A differenza di quanto stabilito per il conto corrente, il MEF non ha ancora ufficializzato con apposito decreto i tempi per lo spostamento del conto deposito. Quindi i costi potrebbero essere esagerati così come le tempistiche di chiusura.



Il mio nuovo conto corrente

VincitoreTrascorsi i 12 giorni, se tutto è andato come previsto dalla normativa, possiamo cominciare ad operare sul nostro nuovo conto corrente.

Ci siamo liberati con estrema facilità del nostro vecchio conto corrente: senza stress, senza spese, in meno di due settimane e senza muovere un dito.


Le altre guide
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.