Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Venerdì 2 Dicembre 2016, ore 21.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Come ascoltare e scaricare la musica legalmente

Scienza e tecnologia · 22 settembre 2016 - 16.21
Come scaricare e ascoltare musica risparmiando è uno dei principali problemi per gli appassionati e questo perché il costo dei dischi ha reso la musica sempre meno accessibile.

Come sempre la tecnologia è venuta in soccorso degli amanti della musica con programmi per il computer e applicazioni per smartphone e tablet che consentono di ascoltare e scaricare musica gratis o spendendo una cifra contenuta e del tutto ragionevole.
La rivoluzione nella fruizione della musica si basa su dei servizi streaming ossia nel fatto che non si possiede la musica né in forma "solida" (CD, vinile, cassetta), né in forma digitale (sotto le sembianze di un file): quel che si possiede è semplicemente il diritto di accesso e fruizione del contenuto.

La canzone può essere organizzata in playlist, eventualmente anche scaricata in locale, ma l’accesso alla stessa sarà sempre e comunque vincolato ad una durata. La cui scadenza è fissata con il termine del contratto di abbonamento siglato.
Le principali piattaforme che forniscono dei servizi di streaming sono: Spotify, Apple Music, Deezer.


Spotify è il servizio più famoso e conosciuto per la riproduzione on-demand di decine di milioni di brani musicali in maniera legale. Grazie agli accordi con tutte le principali etichette musicali il database offerto è tra i più ampi a disposizione. Dispone di due versioni, una gratuita e una premium.


Apple Music invece è il servizio streaming realizzato dall'azienda di Cupertino, permette di usufruire di una prova gratuita di tre mesi e successivamente richiede un abbonamento mensile di 9,90 euro per un account singolo e 14,99 euro per il pacchetto famiglia (fino a 6 account in contemporanea).

Deezer vanta un catalogo con pochi rivali in termini di quantità. Il servizio pone una grande attenzione anche sulla qualità, come dimostra il lancio del programma Elite: disponibile esclusivamente su alcuni dispositivi certificati, consente la riproduzione dei brani a qualità lossless (in formato FLAC), a fronte però di un esborso economico superiore rispetto a quello standard di 9,90 euro.

Queste tre piattaforme permettono, una volta sottoscritto l'abbonamento, il download dei brani per l'ascolto offline e la riproduzione continuata degli stessi senza interruzione di spot pubblicitari, cosa che invece si verifica nelle versioni free.



Le altre guide
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.