Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Lunedì 26 Settembre 2016, ore 17.52
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Come fare a meno della benzina per l'auto

Economia · 29 aprile 2016 - 17.42
1 2 3 »

In questi tempi di crisi, risparmiare è la naturale propensione di molte famiglie.
Il mesto andamento del petrolio ha aiutato relativamente questa propensione, perché alla pompa i carburanti hanno sempre un costo elevato e, da quanto si deduce dagli ultimi andamenti borsistici che vedono il greggio avere tendenze rialziste, nulla di buono si prospetta all'orizzonte.



Breve cronistoria

Un po' di cronistoria del petrolio. Negli ultimi 2 anni i future sul petrolio sono passati da 108 US$ al barile del giugno 2014 al minimo storico di 26 US$/barile del febbraio scorso, mentre oggi si quotano a circa 44 US$/barile. Le tensioni internazionali sul fronte arabo saudita persiano rendono confusi gli scenari futuri e non rendono facilmente predicibile l'andamento del prezzo del carburate che oggi si attesta, secondo i dati del ministero dello sviluppo economico, sui valori medi nazionali di € 1,46 per la benzina e di € 1,26 per il gasolio.


Le alternative

Trovare valide alternative alla benzina potrebbe essere un esercizio utile che si può sommare ad una soddisfazione ecologista. Stiamo parlando del Gas petrolio liquefatto, meglio noto come GPL, e del metano. Entrambe costituiscono le vere alternative ai carburanti più diffusi e mettere mano alla propria auto o rivolgere l'attenzione all'acquisto verso una vettura già predisposta potrebbe essere un buon punto di svolta per le proprie finanze.


Che cos'è il GPL?

Dal significato del suo acronimo, Gas Petrolio Liquefatto, si deduce facilmente che il GPL è un sottoprodotto della raffinazione del petrolio ed è una miscela di gas alcani, elementi composti solamente da carbonio ed idrogeno, ed in particolare propano, butano, tracce di etano e di altri composti.

In particolare la molecola di propano è composta da 3 atomi di carbonio e 8 di idrogeno, quindi nella combustione vengono liberate 2 molecole di anidride carbonica e vapore acqueo. Il butano ha un atomo di carboni in più, e quindi è teoricamente il 33% più inquinante, l'etano una in meno. Dalla combustione del GPL, a causa della sua "impurità" comunque vengono liberate altre sostanze non propriamente benefiche, ma in quantità nettamente inferiore al gasolio ed alla benzina. Il GPL è considerato una "miscela ecologica" perché dalla sua combustione vengono emesse bassissime quantità di polveri sottili non essendo "mescolate" a sostanze anti-detonanti, additivi, e composti come lo zolfo e piombo, come nel caso della benzina. Rispetto alla benzina verde il GPL produce:
  • il 28% in meno di monossido di carbonio;
  • il 36% in meno di questi idrocarburi come conseguenza di una combustione incompleta;
  • il 35% in meno idrocarburi del non metano;
  • il 3,7% in meno ossidi di azoto;
  • il 15,5% in meno di anidride carbonica.

Questi valori variano a seconda del tipo di motore e delle condizioni atmosferiche.


Cos'è il metano

Il metano, si può dire, è un gas naturale. È il prodotto della putrefazione in assenza di ossigeno di materiale organico e si trova in natura in giacimenti, ma è anche prodotto dalla decomposizione delle deiezioni animali o la marcescenza di masse vegetali. Una buona parte del metano utilizzato, circa il 20%, è un sottoprodotto dell'estrazione di petrolio.

E' il più semplice tra i gas idrocarburi alcani con un solo atomo di carbonio e 4 di idrogeno; la sua combustione richiede meno ossigeno e produce meno anidride carbonica rispetto al GPL.

Nel metano non sono presenti impurità, zolfo, composti di piombo ed idrocarburi aromatici, per cui si ottengono bassissimi livelli di emissioni inquinanti, con assenza di odori, di particolato e di residui di combustione.

Il metano possiede caratteristiche intrinseche che lo rendono adatto all'impiego motoristico, senza necessità aggiunta di additivi nocivi per la salute umana, ed un contenuto energetico maggiore rispetto a tutti gli altri tipi di carburanti

  • metano = 11.600 kcal/kg;
  • benzina = 10.300 kcal/kg;
  • gasolio =10.200 kcal/kg.
1 2 3 »
Le altre guide
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.