Martedì 7 Luglio 2020, ore 10.55
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Credit Compact: Liquidità alla Finanza, Aria Fritta alle Imprese

Fallimentare gestione della BCE: gonfia i mercati e strozza il credito

Guido Salerno Aletta
Guido Salerno Aletta
Editorialista dell'Agenzia Teleborsa
1 2 »

I dati relativi al sistema bancario italiano sono raccapriccianti: la raccolta aumenta, ma solo per la componente a breve, mentre il credito cala.

A fine aprile, la raccolta complessiva delle banche era aumentata di 81 miliardi di euro rispetto ad un anno prima, passando da 1.759 a 1.843 miliardi. I depositi a breve termine risultano aumentati di ben 95 miliardi, mentre è diminuita di 11 miliardi la sottoscrizione di strumenti a medio e lungo termine.

La raccolta bancaria si è dunque completamente trasformata. I depositi a breve, ad aprile scorso, ammontavano a 1.613 miliardi, mentre le obbligazioni bancarie erano 230 miliardi, per un totale di 1.843 miliardi raccolti. Ad agosto 2011, in piena crisi finanziaria, le obbligazioni bancarie erano invece pari a 613 miliardi ed i depositi erano pari a 1.103 miliardi, per un totale di 1.716 miliardi raccolti.

Siamo di fronte ad un crollo drammatico della sottoscrizione di obbligazioni bancarie: questa è la prima catastrofica conseguenza della Direttiva europea BRRD, quella che ha introdotto il Bail-in: i Risparmiatori si tengono liquidi, visto che solo i conti correnti fino a 100 mila euro sono protetti, e non comprano più le obbligazioni bancarie che sono penalizzate in casi di default.

Siamo al disastro, per il baratro creditizio nel quale le imprese e le famiglie sono state trascinate.
1 2 »
Altri Editoriali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.