Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 19 Dicembre 2018, ore 15.27
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Utili in salita nel 2008 per Credito Siciliano

(Teleborsa) - Il Consiglio di Amministrazione del Credito Siciliano, banca del Gruppo Credito Valtellinese, riunitosi sotto la presidenza di Carlo Negrini, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2008, che manifesta una positiva evoluzione dei principali indicatori economici e la crescita degli aggregati patrimoniali nonostante gli effetti del progressivo inasprimento della crisi finanziaria globale. Lo si legge in un comunicato.
Per quanto concerne il profilo reddituale, il margine di interesse si attesta a 121,4 milioni di euro, in crescita del 13,9% rispetto al dicembre 2007 sostenuto dal progressivo incremento delle masse intermediate e dalla dinamica dei tassi di interesse. Le commissioni nette assommano a 46,3 milioni di euro in rapporto a 45,5 milioni del precedente esercizio e registrano una dinamica più contenuta, comunque positiva, che risente della flessione dei ricavi relativi alla gestione del risparmio anche in conseguenza dell’andamento negativo dei mercati finanziari soprattutto nell’ultima parte dell’anno.

I proventi operativi complessivamente crescono del 9,1% rispetto al dato 2007, attestandosi a 170,7 milioni di euro.
Gli oneri operativi, pari a 112,7 milioni di euro, si incrementano dell'1,7% rispetto al dato del 2007. In dettaglio, le spese del personale sono passate da 55,9 milioni di euro a 57,2 milioni di euro, con un incremento del 2,4%, mentre le spese amministrative si attestano a 49,6 milioni di euro a fronte di 48,8 milioni dell’esercizio precedente, con un aumento dell’1,7%. In miglioramento il cost income ratio – rapporto tra oneri e proventi operativi – che passa da 70,8% dello scorso esercizio a 66,0%.

Il risultato netto della gestione operativa raggiunge 58 milioni di euro con un incremento del 27% rispetto a 45,6 milioni di euro di fine 2007.

L’utile lordo dell’operatività corrente si attesta pertanto a 26,1 milioni di euro che, rapportati a 23,9 milioni, evidenziano un incremento del 9%.

Gli oneri fiscali del periodo, stimati in 13,7 milioni di euro (rispetto a 14,2 milioni dell’esercizio precedente), determinano un utile netto pari a 12,4 milioni di euro che registra un incremento del 27,7% rispetto a 9,7 milioni dell’esercizio 2007.

Relativamente agli aggregati patrimoniali, la raccolta diretta pari a 2.938 milioni di euro registra un aumento del 19,4% rispetto a 2.460 milioni del dicembre 2007. La raccolta indiretta si attesta a 1.218 milioni di euro , in diminuzione rispetto a 1.511 milioni del precedente esercizio. La raccolta globale, in incremento del 4,6%, passa così da 3.972 milioni di euro a 4.156 milioni.


Positivo l’andamento dei crediti verso la clientela pari a 2.594 milioni di euro, in aumento del 16,8%.¶
All’Assemblea degli Azionisti, convocata in sede ordinaria il prossimo 8 aprile, sarà proposta la distribuzione dell’utile con l’assegnazione di un dividendo di 0,90 euro per azione, con un aumento del 28,6% (euro 0,70 nel 2007). Il dividendo sarà posto in pagamento dal 24 aprile 2008. rispetto a 2.222 milioni di fine 2007, confermando l’impegno e la costante attenzione della Banca allo sviluppo dell’economia del territorio
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.