Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 19 Settembre 2019, ore 12.17
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari vira al ribasso. MPS sulle montagne russe

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Si muove con cautela la seduta finanziaria delle borse europee in attesa di indicazioni da Wall Street.

Piazza Affari dopo un avvio con il segno più, vira al ribasso. I riflettori della giornata sono tutti puntati su MPS che prima dell'avvio delle contrattazioni ha presentato il tanto atteso piano industriale e i conti dei primi nove mesi dell'anno.

Marco Morelli, numero uno della banca senese ha presentato il nuovo volto di Rocca Salimbeni alla comunità finanziaria.

Dal fronte macro, migliora la fiducia delle imprese in Germania, in forte ripresa anche il giro d'affari delle imprese industriali italiane, che riportano ad agosto un forte aumento di fatturato ed ordinativi.

Sul valutario, l'Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,088. L'Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,33%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno e segna un +0,69%.

Invariato lo spread che si posiziona a 135 punti base con il rendimento del BTP decennale che si attesta all'1,38%.

Tra i listini europei giornata moderatamente positiva per Francoforte che sale di un frazionale +0,33%. Seduta senza slancio per Londra che riflette un moderato aumento dello 0,44% Nulla di fatto per Parigi che passa di mano sulla parità.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia riportando una variazione pari a -0,19% sul FTSE MIB. Cede alle vendite il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 18.927 punti. Leggermente negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,46%), come il FTSE Italia Star (-0,6%).

Buona la performance a Milano dei comparti Beni personali e casalinghi (+2,47%), Automotive (+1,75%) e Telecomunicazioni (+0,52%). Tra i più negativi della lista di Piazza Affari, troviamo i comparti Chimico (-4,13%), Vendite al dettaglio (-2,03%) e Banche (-1,92%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano troviamo Luxottica (+4,67%) che ieri ha annunciato un fatturato in crescita.

Corre Fiat Chrysler Automobiles (+3,05%). In agenda del gruppo torinese i risultati di periodo. Fa bene Ferrari (+1,31%) e Telecom Italia (+1,07%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano sulle banche. Banca MPS prosegue le contrattazioni a -13,60%. Dopo l'exploit iniziale, gli investitori si sono dati alle vendite.

Lettera su Unicredit che registra un importante calo del 3,63%.

In apnea UBI Banca, che arretra del 3,28%.

Tonfo di Banca Popolare dell'Emilia Romagna, che mostra una caduta del 2,71%.











Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.