Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 18 Giugno 2019, ore 19.50
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mercati europei in stand-by orfani di Wall Street

Banca Carige corre in borsa dopo piano rafforzamento patrimoniale

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente, dove pesano i realizzi all'indomani di una seduta euforica, grazie alla buona performance dei titoli bancari. I mercati si muovono con scambi sottili privi di spunti direzionali da Wall Street, chiusa oggi per l'Independence Day.

In generale sembra prevalere un clima di avversione per il rischio alimentato dal lancio di un missile da parte della Corea del Nord atterrato in Giappone. La notizia ha pesato sui listini asiatici, con la piazza di Tokyo che ha chiuso sotto la parità.

Nessuna variazione significativa per l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,135. L'Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,20%. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,36%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 165 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,10%.

Tra i listini europei fiacca Francoforte, che mostra un piccolo decremento dello 0,23%. Senza slancio Londra, -0,17% seguita da Parigi -0,19%. Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,06% sul FTSE MIB con il comparto bancario che resta protagonista sul listino milanese.

Si distinguono a Piazza Affari i settori Sanitario (+0,77%), Banche (+0,71%) e Petrolifero (+0,52%). Tra i più negativi della lista del listino azionario italiano, troviamo i comparti Chimico (-1,50%), Telecomunicazioni (-1,40%) e Automotive (-0,96%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, exploit di UBI Banca, che mostra un rialzo del 2,91%. Ben comprata anche BPER, che segna un forte rialzo dell'1,85%. Exploit di Banca Carige sospesa per eccesso di rialzo (+17%) in scia al piano di rafforzamento patrimoniale. Unicredit avanza dell'1,47% dopo aver perfezionato la cessione di Pioneer.

Tra i petroliferi, su di giri Saipem (+2,1%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Telecom Italia, che prosegue le contrattazioni a -1,76%.

Dimessa FCA (-0,66%) dopo i dati sulle immatricolazioni auto in Italia nel mese di giugno.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.